COLTAN: INTERVISTA AD ANDREA SIGONA PER IL NUOVO BRANO E VIDEO DA DOMANI SUI SOCIAL NETWORKS FREE

Un ritorno davvero gradito quello di Andrea Sigona, cantautore genovese vicino a Billy Bragg, Joe Strummer e i nuovi supereroi del songwriting.

Si, perché Andrea scrive davvero bene, suona bene e ha una voce davvero unica. E parla di cose fottutissimamente importanti. Spara fuori parole come bombe e colpisce al cuore con la sua poesia e la sua realtà quotidiana.

Sei dentro la storia, la vivi come se agissi nelle sue parole, nella sua musica.

Un testo bellissimo quello di "Coltan". Terribilmente attuale e che i media cercano di mettere sotto il tappeto poiché scomodo e poiché ci riguarda tutti. Tutti. Anche voi che con il telefonino cellulare in mano fate finta di non sapere.

Uno sfruttamento disumano come disumana è la vita di oggidì. In posti dove la repressione occidentale capitalista ha dato vita a nefandezze impronunziabili.

Sigona ci arriva e lo fa sempre un attimo prima degli altri. Una canzone che, ci auguriamo, penetri il pianeta e giri come un ciclone addosso ai potenti devastatori di vite umane.

Abbiamo la fortuna di aver sentito la sua. Eccola senza tanti fronzoli.










1. Perché hai deciso di affrontare un argomento duro come il Coltan?
R: Perché non lo fa nessuno e posso garantire che attraverso giornalisti che conosco e che vivono questa situazione le cose che ho sentito e visto fanno venire la pelle d'oca.

2. Hai sempre fatto canzoni importanti per capire il mondo che stiamo vivendo e il passato. Ci parli un po' di te ... 
R: Su di me non credo ci sia molto da dire...ho fatto 2 album autoprodotti "Passaggi" e "Santi e Delinquenti", scritto insieme a Daniele Biacchessi lo spettacolo "Il lavoro rende liberi", partecipato al disco "Dal Profondo" e scritto diversi inediti per il sociale, suonato in circa 150 località italiane e avuto collaborazioni del tipo The Gang, Daniele Biacchessi, La rosa tatuata, Simone Spreafico e tanti altri.
Suonare per la gente è sempre una grandissima emozione. Oggi questo mondo è un pò più fermo ma resto sempre in rete a dialogare con ognuno di loro attraverso i social network. Tanti mi chiedono ma mi spiazzano, non ho la bacchetta magica per cambiare le cose e tantomeno la musica. Fa piacere essere ancora seguito ma spero che le persone abbiano altri artisti da seguire e magari più importanti...le mie come diceva qualcuno sono storie scritte "con il fil di ferro e lo spago"
3. Torniamo al Coltan. Com'è la situazione oggi? A che punto siamo?
R: la situazione in Congo è drammatica e solo attraverso la rete possiao far uscire la questione. A breve Massimo Alberizzi, direttore di Afrika Express farà un suo articolo sulla questione...l'aveva già fatto nel 2001. Adesso insieme si collaborerà: lui come giornalista, io come musicista
4. Domani esce il video di "Coltan"sui social networks. Hai scelto un video semplice. Di che cosa tratterà?  
R: il video è molto semplice ma spero efficace, due mani aperte che fanno vedere al mondo il coltan, quello che è. A me in quella foto è sembrato di vedere qualcosa che loro vogliono donarci ma che non riusciamo a comprendere. Il problema sta nel fatto che, certo, il coltan è una risorsa ma in Congo si è trasformato nell peggiore degli incubi per come viene gestita la sua estrazione, Bambini, persone di mezza età, militari, ecc. Queste persone non invecchiano, muoiono di stenti per le volontà delle multinazionali che li obbligano a toccarlo, ad essere in contatto con la tossicità con tutto il corpo. Perchè a loro serve per fabbricare telefonini, palmari, play station, ecc.
Qui si chiede unicamente di regolamentare l'estrazione e dare dignità lavorativa a questa gente. Tutto qui. Ma io con la musica posso far poco. In ogni caso sotto quell'immagine ci saranno i sottotitoli in inglese per dare a noi tutti la possibilità di capire, dall'Italia al resto del globo. Potesse bastare...

CHI E' ANDREA SIGONA.

“Voglio vederlo in faccia questo Mondo. Scambiare quatto chiacchiere per le Piazze. Bere
qualcosa insieme a Voi che siete la bellezza e raccontarci le Storie… le Ultime. Voglio vederlo in
faccia questo Pianeta e specchiarmi con il Riflesso dei Vostri Sorrisi. Questa grande Palla che ci
guarda dal Cielo coi suoi scazzi quotidiani ma ancora in Piedi... Voglio ancora stupirmi degli occhi
della Gente tutto sommato ancora Buoni e Generosi capaci ancora di regalare un Sorriso e
Parlare... di Pace.” A. Sigona
SCHEDA DELL’ARTISTA
Andrea Sigona scrive canzoni da più di 15 anni. Musicista, paroliere, iscritto SIAE, ha partecipato a diversi
appuntamenti che hanno riguardato la solidarietà con concerti in diverse parti d’Italia.
E' considerato ad oggi uno dei migliori rocker autoprodotti sulla scena italiana
Passaggi è il suo primo lavoro discografico dove ha curato la produzione artistica e gli arrangiamenti
insieme a Giorgio Ravera, leader della “Rosa Tatuata”. www.larosatatuata.com
Il 21 settembre è uscito il nuovo album Santi & Delinquenti, nuovamente autoprodotto
www.myspace.com/santidelinquenti
Da tanti anni apre i concerti per “The Gang” in diversi palchi d’Italia. Proprio con questo gruppo ha avuto la
collaborazione su un pezzo del disco. www.thegang.it
Da Marzo 2008 è in tournee (con il gruppo o come solista) in parecchie località sia della Liguria che in altre
regioni. Ha suonato in Svizzera a Lugano invitato dal centro sociale “Il Molino” .
Il 19 luglio 2008 ha aperto il concerto ai Mercanti di Liquore e il 26 e il 27 luglio di nuovo coi Gang in
Sardegna: Chiaramonti (Sassari) e a Montresta (Nuoro)
Il 14 di settembre 2008 è stato invitato a Fagnano Olona (Varese) per il tributo a Fabrizio De Andrè con
l’Orchestrina del suonatore Jones www.suonatorejones.it
Il 10 Gennaio 2009 è stato invitato a Como al Teatro Gloria per il decennale della scomparsa di Faber per un
concerto con artisti provenienti da tutta Italia www.suonatorejones.it.
Ha partecipato allo spettacolo di Daniele Biacchessi “Il Paese della Vergogna” come musicista
(www.retedigreen.it) . Dal 4 di febbraio sarà alla Camera del Lavoro di Milano per la prima teatrale con
Biacchessi “Il lavoro rende liberi”
Il 6 settembre 2009 è stato nuovamente invitato a partecipare a Castellanza (Va) per il tributo a Fabrizio De
Andrè.
Il 31 ottobre 2009 partecipa alla serata di omaggio a Fernanda Pivano presso il Convento dell’Annunziata,
Sestri Levante.
Il 9 gennaio 2010 è stato nuovamente invitato al Teatro Gloria di Como per il tributo a Faber
Intervista a Radio Rai International a febbraio 2010 www.rai.it
Effettuati diversi passaggi musicali in rai Isoradio dei pezzi dell'ultimo disco "Santi & Delinquenti"
Il 16 febbraio 2011 è stato invitato alla partecipazione di Sanremo Off con la regia di Pepi Morgia
E' stato invitato il 24 marzo 2011 nel programma Ztl Isoradio di Roma per intervista
E' stato invitato il 16 maggio 2011 per il convegno alla Cgil di Milano con Billy Bragg, Gang, Daniele
Biacchessi, Modena city Ramblers
Con l’Associazione Latlantide ha aderito al progetto di costruzione dei pozzi in Africa, uno dei quali
intitolato alla memoria di Paolo Mozzicafreddo. Tale progetto ha avuto un seguito con un disco doppio con
oltre 100 presenze tra gruppi ed artisti intitolato “Dal Profondo”. e la canzone “Rimani qui” di A. Sigona
all’interno. Canzone che è anche presente nel libro “Quel posto lungo il fiume” dedicato a Paolo
Mozzicafreddo. ( presente al tributo del 10 ottobre 2009 a Villa Potenza di Macerata).
Suona chitarra acustica Takamine, chitarra elettrica Fender Telecaster Mexico , armonica a bocca,
pianoforte, Ampli Fender De Luxe Blues.

Commenti

Post più popolari