IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

lunedì 30 aprile 2018

FEMMINISTE CONTRO LA STATUA DI INDRO MONTANELLI

Blitz delle femministe contro la statua di Montanelli: "stupratore di bambine"

Il riferimento a quando il giornalista era sottotenente in Abissinia e sposò una 12enne
Statua Indro Montanelli

Statua Indro Montanelli

globalist 30 aprile 2018
"Stupratore di bambine": questa l'epigrafe comparsa sotto la statua di Indro Montanelli a cui sono dedicati i giardini di Porta Venezia, nel centro di Milano. A comporre la scritta il gruppo Lgbt le Indecorose che ha chiesto di cancellare il nome di Montanelli dal parco, in quanto "fascista, revisionista, conservatore e colonialista", e ricordando quando da giovane sottotenente in Abissinia sposò e convisse con una 12enne.
"Ha comprato e stuprato una ragazzina di 12 anni - scrive in un comunicato il gruppo Lgbt - in nome della superiorità della 'razza bianca' attraverso il madamato. Negli anni a seguire si è affermato come giornalista conservatore, razzista e omofobo e non ha mai rinnegato le violenze su quella ragazzina. Una figura come la sua non merita una statua e un parco milanese dedicato al suo nome".
Non solo: il writer Manu Invisible ha realizzato un'opera spray su tela in cotone, in riferimento alla moglie 12enne di Montanelli, che fonde una figura di ragazza con il cartello "vendesi", in un intreccio di parole che restituisce "violentasi".
Montanelli non ha mai nascosto il matrimonio con la 12enne e ne ha parlato più volte sollecitato sull'argomento. Dopo la sua morte ha risposto la Fondazione a lui dedicata. "Accusa ingiusta e strumentale... per quanto oggi possa apparirci riprovevole, quel tipo di matrimonio era addirittura un contratto pubblico".

Nessun commento:

Posta un commento