IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

lunedì 31 luglio 2017

WIKILEAKS INCOLLA MACRON

Wikileaks colpisce ancora: pubblicate 21 mila mail collegate alla campagna elettorale di Macron

Il caso scoppiato prima dell'elezione del presidente francese: saltate le piste che portavano a hacker russi e ultradestra americana
Macron e il caso delle mail trafugate: a pubblicarle è stato Wikileaks
globalist31 luglio 2017
"I russi, i russi, gli americani" cantava Lucio Dalla e non era neppure francese. Loro, i freancesi, hanno infatti preso male la mira e prima avevano pensato a un attacco degli hacker russi per puntare poi il dito contro l'ultradestra americana. Oggi sono saltate tutte le supposizioni fatte alla vigilia dell'elezione del presidente francese, Emmanuel Macron: a detenere email di rilievo dell'attività politica di Macron è Wikileaks, che oggi ha pubblicato un archivio on line contenente oltre 21mila mail "collegate alla campagna elettorale dell'attuale presidente".

In un comunicato rilanciato via Twitter, l'organizzazione internazionale che diffonde tramite il suo sito materiali spesso tenuti segreti da Stati, multinazionali o partiti, ha precisato di avere verificato l'autenticità di 21.075 email che vanno dal 20 marzo 2009 al 24 aprile 2017.

Prima di scalare l'Eliseo, lo staff del candidato alla presidenza francese aveva diffidato i media dall'utilizzarne i contenuti, lasciando intendere che si pensava alla pista russa prima e a quella americana poi. A elezione avvenuta, il primo giugno, l'Agenzia nazionale francese per la sicurezza dei sistemi di informazione aveva fatto sapere di non aver rilevato alcuna traccia di pirati informatici russi.

Macron e il caso delle mail trafugate: a pubblicarle è stato Wikileaks
Ora, tuttavia, Wikileks mette a disposizione i file che possono essere letti usando un motore di ricerca e indicando per ogni email se il contenuto è stato verificato come autentico o meno con il sistema DKIM (Domain Keys Identified Mail).

Nessun commento:

Posta un commento