IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

domenica 16 luglio 2017

VIRGINIA MONTEVERDE: LE LATIDUDINI DELL'ARTE: BIENNALE DI GENOVA: ITALIA - GERMANIA

DOVE: PALAZZO DUCALE. SALA MUNIZIONIERE. GENOVA,  vedi sotto orari ecc.

Ho sempre parlato delle mostre di Art Commission, l'unica vera realtà ufficiale di Genova per l'Arte Contemporanea.

Chi c'è dietro?




Virginia Monteverde, artista a 360°, sempre in crescita, passo dopo passo con caparbietà, estro, competenza e genialità.

La Biennale di Genova non ha nulla da invidiare a quella veneziana se non per gli spazi. Ma qui è il solito problema "alla genovese".





Meriterebbe un palazzo intero dedicato alla sua arte, alle sue Gallerie e alle sue organizzazioni di eventi che spaziano dalla poesia alla pittura, dalla scultura alla musica, dai libri alle performance teatrali sempre tutto condito dal meglio che si possa trovare in Italia e nel mondo.

Certo, Monteverde sceglie sempre con cura i suoi artisti. Sempre il meglio.

Devo dire che questa Italia Germania è sicuramente il risultato di quel crescendo esponenziale avuto da Art Commission negli anni.






Livello altissimo.

LA BIENNALE

Video di case maltrattate dalla guerra in fade-out Lynchiano in gourmet Iosseliniano su un totale di estrema bellezza antiludica dell'artista Tillman Meyer-Faye. 
Sputafumo generatore del cielo e creatore dei nostri figli nell'opera altissima di Stefano Cagol. 










Monumenti alla follia che ci penetra fino a renderci polvere, pulviscolo, resti. 
E poi Virginia Cafiero che cita Budda, ma credo che spesso l'occhio voglia davvero la sua parte. 
"Hidden Track Video" di Eli Zwimpers raccoglie "oggi" in un solstizio di vita, non vita e tutto ciò che sta in mezzo. Spesso il nulla. 
C'è tanto Goundry in Nina Staehll ma forse lei non lo sa. I veri artisti divorano, elaborano, traspongono, rivoltano, masticano e sputano. Lynch sta qui al finestrino mentre Bowie vorrebbe cantarci dentro ma non può più. L'ho visto assente ultimamente. 
Alta performance attoriale. 
Lory Ginetdumont "J'ai pas envie d'être un ange" ci aiuta ad entrare nella vita che non deve avere mai un'età.  
Davide La Rocca non si preoccupa. Da alle forme il giusto valore. Forme di vita quotidiana. Estremamente vive e per questo sensuali. Erotiche nella loro intimità indistinta. Non ci deve importare quale.  Questa è la Vera Arte.  
E il timone passa a Hans Hermann. Due parole che pesano violentemente e che ti restano nel corpo. Cercatele. Voi. 
Christian Zanotto ci guida nel boulevard del futuro con "Moon Dollar Battle". C'è acqua o guerra da qualche parte lassù. 
Ma di che cazzo riempiremo il nostro futuro? E il presente? Borse, fagocitare, comprare, lische di pesce in gola che ci teniamo lì. L'abitudine è dura d'abbandonare. 
Tanto Medio Oriente. Tanta storia uccisa, sgretolata, sminuzzata. "Segni nel Tempo, Beirut" di Francesca Candeloro ci sbatte davanti alla memoria, alla storia. E domani? 
Vedere, passare, transitare, dirigersi attraverso. Di là. Non come esercizio religioso ma come pamphlet. Matthew Attard. Untitled. Appunto. 
Io, noi, un concetto aperto. Benjamin Bergmann. Muhammad Ali. Che dire? Segui i tuoi occhi. Vite cesellate. Puzzles. "Drawing to be alive" Amida Gandini's states. 
Specchio Antiego di Alessandro Lupi è una sfida geniale lanciata a noi stessi. Chapeau. 
La live performance di Fried Roenstock "Das Prinzip Hoffnung" non ve la racconto né ve la traduco. Ve la dedico quando andrete a vederla. 
Tantissimi artisti superlativi. 
È un mio dovere scusarmi con chi non è citato ma solo a causa delle intemperie che mi sono riservato in prima fila. 




Dal sito:

Biennale “Le latitudini dell’arte” 3° ediz. Germania e Italia

Invito Latitudini 2017
BIENNALE “ LE LATITUDINI DELL’ARTE”  3° edizione
GERMANIA E ITALIA  – 16 luglio – 19 agosto 2017 – Palazzo Ducale, Genova 
a cura di Virginia Monteverde
presentazione critica a cura di Carmelo Strano
Sabato 15 luglio 2017 alle 18.00, a Palazzo Ducale a Genova, nelle Sale del Munizioniere, sarà inaugurata la terza edizione della Biennale d’arte contemporanea “Le Latitudini dell’Arte “ promossa da Art Commission in collaborazione con Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura.
La rassegna, ideata e curata da Virginia Monteverde, quest’anno presentata da Carmelo Strano, è nata come interscambio artistico-culturale tra l’Italia e gli altri Paesi Europei. Per l’edizione del 2015, Paese ospite è stata l’Ungheria. Quella stessa rassegna il 9 agosto prossimo sarà presentata a Budapest, nel prestigioso  Palazzo Vigado.
Questa terza edizione 2017 mette al centro della Biennale il rapporto culturale e artistico fra Italia e Germania, entrambe quest’anno protagoniste assolute dell’arte contemporanea, tra la 57. Biennale di Venezia (dove il padiglione tedesco ha vinto il Leone d’Oro) e la quattordicesima edizione di Documenta a Kassel.
In questa terza edizione della Biennale Le Latitudini dell’Arte,  Genova propone, fino al 19 agosto, sessantuno artisti che operano e hanno operato nei due Paesi. Ciò con la collaborazione di gallerie, musei e fondazioni italiane ed estere.
La rassegna si avvale della collaborazione di curatori, critici, galleristi e artisti i cui lavori offrono un ampio e sintomatico panorama di molteplici linguaggi visivi, sicché i visitatori godranno di un impatto stimolante ed efficace non solamente sull’arte dei deu Paesi protagonisti, ma, indirettamente, dell’intera Europa.
La mostra si completa con un catalogo pubblicato da De Ferrari Editore (Genova).
“È proprio vero che l’arte ha una geografia tutta sua. Il concetto scientifico si può esaurire nel singolare: la latitudine. Per contro, l’arte consente addirittura a ciascun autore la propria latitudine. Oggi più che mai.  […]  dal testo di Carmelo Strano, catalogo della Biennale Le Latitudini dell’arte – Germania e Italia.
Saturday July 15 2017 at 6pm, at Genova’s Palazzo Ducale, at the Sale del Munizioniere, will be inaugurated the third edition of the Biennale of contemporary art  “Le Latitudini dell’ Arte”, presented by ART Commission in collaboration with Genova Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura.
The exhibition, created and curated by Virginia Monteverde, this year presented by Carmelo Strano, is born as an artistic and cultural interchange between Italy and other European countries. For the 2015 edition, the host country was Hungary. This same exhibition will be presented August 9 at Budapest, at the prestigious Palazzo Vigado.
This third 2017 edition puts at the center of the Biennale the cultural and artistic relationship between Italy and Germany, both protagonists this year of contemporary art, with Venice’ s 57th Biennale  (where the German pavilion won the Leone d’ Oro) and the fourteenth edition of Documenta held in Kassel.
In this third edition of the Biennale Le Latitudini dell’ Arte, Genova introduces , until August 19, sixty-one artists who work and have worked in both countries. This in collaboration with art galleries, museums, and Italian and foreign foundations. The exhibition sees the collaboration of curators, critics, art galleries owners, and artists whose works offer large and symptomatic overviews of multiple visual languages, in a way that the guests will be left with a stimulating and effective impression, not only of the art of the two countries participating, but, indirectly, of the whole Europe.
The exhibition will be completed with a catalogue published by De Ferrari Editore (Genova).
It is true that art has a geography all of its own. The scientific concept is covered by the singular term latitude. By contrast, art allows each artist his or her own latitude, and today even more so than ever.[…]” from Carmelo Strano’s words, catalogue for the Biennial of the Latitudini dell’Arte. – Germany and Italy.
ARTISTI 
GERMANIA: Josef Albers, Karin Andersen, Benjamin Bergmann, Joseph Beuys, Andreas Burger, Esther Burger, Martin Disler, Giulio Frigo, Jacob Ganslmeier, Claudio Gobbi, Hans Hermann, Friederike Just, Jan Kuck, Alessandro Lupi, Tillman Meyer-Faje, Natasha Moschini, Ben Patterson, Fried Rosenstock, Andrea Salvino, Michael Schmidt, Pavel Schmidt, Sophie Schmidt, Niels Schubert, Claudius Schulze, Daniele Sigalot, Nina Staehli, Günter Stangelmayer, Wolfgang Tillmans, Gunther Uecker, Claudia Wieser, Eli Zwimpfers.
ITALIA: Matthew Attard, Matteo Basilè, Carla Bedini, Mats Bergquist, Silvia Berton, Stefano Bigazzi,
Gregorio Botta, Vincenzo Cabiati, Virginia Cafiero, Stefano Cagol, Alessandra Calò, Francesco Candeloro, Tiziana Cera Rosco, Gianluca Chiodi, Roberto De Luca, Giorgia Fincato, Armida Gandini, Mauro Ghiglione, Lory Ginedumont, Francesca Guffanti, Davide La Rocca, Carmen Mitrotta, Veronica Montanino, Giuseppe Negro, Antonio Pedretti, Stefania Pennacchio, Davide Puma, Massimo Sacchetti, Christian Zanotto, Stefano Mario Zatti
GALLERIE/MUSEI/FONDAZIONI
Fondazione Rocco Guglielmo (Catanzaro), Guidi&Schoen (Genova), Galleria Michela Rizzo (Venezia), VisionQuesT 4rosso (Genova), Red Stamp Art Gallery (Amsterdam), Breed Art Studios (Amsterdam), C|E Contemporary (Milano), Atipografia (Arzignano, Vicenza), MAG (Como e Kyoto), Spazio46 di Palazzo Ducale (Genova), Unimediamodern (Genova), Mact/Cact Arte Contemporanea Ticino (Bellinzona), Fondazione Remotti (Camogli), C+N CANEPANERI (Milano), Galleria Ca’ di Fra’ (Milano), Castello Gamba Arte moderna e contemporanea Valle D’Aosta, Bernheimer Contemporary (Berlino), GALERIE SCHACHER – Raum fur Kunst (Stoccarda), SHAREVOLUTION contemporary art (Genova), Museo d’arte contemporanea Villa Croce (Genova), Grossetti Arte Contemporanea (Milano)
Le Latitudini dell’Arte – Germania e Italia si avvale del patrocinio del Comune di Genova, della Regione Liguria e del Consolato Generale della Repubblica Federale di Germania di Milano, e della collaborazione e supporto del Goethe Institut Genoa e ART Commission Events.
Partner e Sponsor: Basko, Siat Assicurazioni, Radio Babboleo, Engel & Volkers, Status, Barile, Marchese Adorno, Pitto P.Zeta
Biennale – Le Latitudini dell’Arte – 3° edizione – Germania e Italia
da 16 luglio al 19 agosto 2017
INAUGURAZIONE
sabato 15 luglio ore 18.00
Luogo
Palazzo Ducale, Sale del Munizioniere
Piazza Matteotti, 9 Genova
orari mostra: da martedì a domenica  dalle 16.00 alle 19.30
Promozione a cura dell’associazione Art Commission
info: artcommission.genova@gmail.com
Palazzo Ducale, p.za Matteotti 9, Genova
Organizzazione  ART Commission Events

Nessun commento:

Posta un commento