manifesti blasfemi
 | 

I MANIFESTI BLASFEMI DI GESÙ E MARIA ALLE FERMATE DEL TRAM A ROMA

Nella notte tra venerdì e sabato nel centro di Roma, precisamente lungo il percorso del tram 8, negli spazi delle pensiline Atac destinati ai poster pubblicitari, sono spuntati alcune decine di manifesti blasfemi. Le immagini, che irridono figure sacre come Gesù e il dogma dell’Immacolata Concezione, sono comparsi alle fermate di diverse zone, come largo Argentina, Trastevere, Testaccio, innescando una forte polemica. I uno dei poster, intitolato ‘Ecce homo’, viene fatta allusione alla pedofilia, con un’immagine di Gesù e di un bambino.

MANIFESTI BLASFEMI CON GESÚ E MARIA

L’Atac, azienda muncipalizzata concessionaria del trasporto pubblico di Roma Capitale e di altri comuni dell’area metropolitana ha spiegato che si tratta di «un atto vandalico». «Nessuna autorizzazione – ha chiarto – è stata concessa da Atac, né del resto poteva essere concessa trattandosi di spazi nella piena disponibilità della Clear Channel». La società ha dunque sporto denuncia. E la polizia ha cominciato ad indagare per individuare i responsabili.


L’autore dei manifesti blasfemi potrebbe essere un artista, come Hogre, che ha pubblicato una delle immagini su Facebook. Ma saranno le indagini a dirlo. Intanto sui social è continuata la condivisione delle immagini. I poster hanno innescato una forte polemica. «Una #vergogna! Nessuno più dice #basta!», ha scritto qualcuno su Twitter. L’affissione viene accompagnata anche da un ‘giallo’. I manifesti sono stati posizionati senza danneggiare o forzare la serratura dei tabelloni, che sono protetti da un vetro e possono essere aperti solo con una chiave.
(Immagini via Facebook e Twitter)