IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

lunedì 17 luglio 2017

FORTE TROMBA D'ARIA IN PUGLIA

Tromba d'aria in Puglia. Fiamme in comunità disabili a Anguillara

Emergenza incendi in tutto il Lazio, Zingaretti: "Chiederemo lo stato di emergenza al Governo"

Mute
Current Time0:04
Duration Time1:25
Loaded: 0%
Progress: 0%
 
Pubblicità
L’Italia continua a bruciare e a essere colpita dal maltempo, come avrete modo di verificare da questo video.
Situazione preoccupante nel Lazio. Tra Roma e provincia, riporta l’agenzia ANSA, sono stati 120 gli interventi dei pompieri: da Civitavecchia al Lago di Martignano, da Ladispoli a Sant’Angelo Romano. E poi nella Capitale l’ennesimo rogo tossico, con un autodemolitore in fiamme vicino al parco di Centocelle, il quinto nell’arco di un mese e mezzo. “Anche oggi 10 elicotteri regionali in volo, centinaia di vigili del fuoco e volontari protezione civile in campo. Solo in questo momento in corso 18 incendi nella Provincia di Roma, decine nel corso della giornata. Chiederemo lo stato di emergenza al Governo”, ha dichiarato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti.
La prima avvisaglia domenica mattina, quando le fiamme partite da Capalbio, in Toscana, hanno raggiunto una zona boschiva del litorale laziale, coinvolgendo il territorio del Comune di Pescia Romana, in provincia di Viterbo. A supporto del lavoro dei vigili del fuoco, la Regione Lazio ha messo in campo 5 squadre della Protezione civile, circa venti volontari. Nel pomeriggio le fiamme sono state spente. Ma nel frattempo un vasto incendio boschivo si è sviluppato nella zona del Lago di Martignano, a nord di Roma.
Al lavoro due elicotteri e un canadair e tanto spavento per i tanti che si erano recati in gita al lago, costretti ad allontanarsi. In fiamme anche una vasta area nel comune di Anguillara, comune a nord di Roma, a ridosso di una comunità per disabili, sfollata grazie all’interno dei vigili del fuoco e il 118. Due disabili sono stati trasportati all’ospedale di Bracciano per lo spavento e perché rimasti intossicati dal fumo.
Gravi disagi poi per un vasto incendio si è sviluppato a Civitavecchia, nella parte nord del territorio cittadino. Al lavoro due elicotteri e un Canadair, insieme con undici squadre della Protezione civile per una cinquantina di volontari. Le fiamme sono divampate nei pressi dell’autostrada tra Civitavecchia e Tarquinia. A causa del fumo, innescato dal forte vento, un tratto è stato temporaneamente chiuso e poi riaperto.
Un altro incendio è divampato a Ladispoli, sul litorale a nord di Roma, comportando anche rallentamenti alla circolazione dei treni, come riferito da alcuni passeggeri fermi a Civitavecchia, partiti da Genova e diretti a Roma. Le fiamme erano chiaramente visibili anche dall’autostrada.
Sconfortante il quadro, dopo quanto verificatosi tra Capalbio e Marina di Grosseto, in questo fine settimana funestato da incendi. Secondo il Comune di Grosseto, sono complessivamente 26 le auto bruciate, mentre le case, alcune villette della zona attigua alla pineta andata a fuoco, sono state danneggiate: in alcuni casi a prendere fuoco sono stati gli aghi di pino che si erano depositati sui tetti. Sul posto sono impiegate alcune ruspe per bonificare la zona e abbattere gli alberi pericolanti. Il Comune ha individuato 150 camere alla Fattoria la Principina e 80 posti letto a Marina di Grosseto a disposizione delle eventuali famiglie evacuate. Due persone hanno riportato lievi ustioni e, aggiunge il Comune, sono già stati dimessi dopo le prime cure e uno dei soccorritori intossicato, anch’egli già dimesso.
VIRGILIO NOTIZIE | 17-07-2017 08:36

Nessun commento:

Posta un commento