IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

sabato 1 luglio 2017

CORBYN TRIONFA A LONDRA

Londra in piazza contro l'austerity: contestata la May, trionfo per Corbyn

In migliaia nella manifestazione indetta dopo il rogo della Grenfell Tower: colpa della scarsa qualità dei materiali, conseguenze dei tagli del governo
Manifestazione a Londra contro l'austerity di Theresa May
globalist1 luglio 2017
Manifestazione a Londra contro l'austerity di Theresa MayLe manifestazioni non sono certamente le elezioni. Ma ciò che sta accadendo nel Regno Unito è molto indicativo dell'onda lunga del successo di Corbyn (che probabilmente se si rivotasse oggi potrebbe vincere) e delle difficoltà di Theresa May, costretta ad andare avanti con la stampella degli Unionisti irlandesi di estrema destra: migliaia di persone hanno sfilato per Londra per protestare contro l'austerity e chiedere le dimissioni del governo della premier Theresa May. I dimostranti si sono dati appuntamento davanti alla sede della Bbc nel centro di Londra per chiedere la fine dei tagli alla spesa per salvare i servizi pubblici. Dopo aver osservato un minuto di silenzio in omaggio alle vittime del tragico incendio di Londra, che ha ucciso almeno 80 persone, i dimostranti hanno puntato verso Parliament Square. Il leader del Labour, Jeremy Corbyn, acclamatissimo, ha preso la parola al termine della marcia.
La manifestazione è stata organizzata dopo il rogo del 14 giugno che ha distrutto la Grenfell Tower. Un'inchiesta è in corso ma molti imputano le cause alla scarsa qualità dei materiali utilizzati, conseguenza, sostengono, della austerity.
La premier, che ha perso la maggioranza alle elezioni anticipate di giugno, è sopravvissuta al voto di fiducia di giovedì solo grazie al sostegno esterno del Dup, il partito ultraconservatore nordirlandese al quale in cambio il governo ha promesso una lauta somma di denaro in aiuti per l'Irlanda del Nord. Un accordo criticato dal Labour ma anche da alcuni deputati conservatori.

Nessun commento:

Posta un commento