IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

domenica 2 luglio 2017

BEYONCE': ACQUA AI BIMBI AFRICANI! VASCO DE MERDA, IMPARA!

Beyoncé si è unita all’Unicef: acqua pulita ai bambini del Burundi

La partnership sosterrà programmi per migliorare l’acqua, la sanità e le pratiche igieniche di base nelle aree più difficili da raggiungere della nazione orientale africana. 
Beyoncé con l'Unicef
Beyoncé con l'Unicef
Beyoncé si è unita all’Unicef – attraverso il suo braccio filantropico BeyGood – per annunciare il lancio di Beygood4Burundi, una partnership pluriennale per fornire acqua sicura ai bambini più vulnerabili del Burundi. La partnership sosterrà programmi per migliorare l’acqua, la sanità e le pratiche igieniche di base nelle aree più difficili da raggiungere della nazione orientale africana. “L’accesso all’acqua è un diritto fondamentale. Quando dai acqua pulita e sicura ai bambini, non solo dai loro la vita, ma anche la salute, un’istruzione e un futuro più radioso. Sono impegnata per aiutare a portare avanti soluzioni durature per la crisi dell’acqua in Burundi “, ha dichiarato Beyoncé. “La crisi dell’acqua in Burundi è una crisi che riguarda i bambini. Quando i bambini devono fare affidamento su acqua non sicura, diventano deboli, malnutriti e vulnerabili alle malattie causate dall’acqua, che sono tra le principali cause di morte nei bambini sotto i cinque anni”, spiega in una nota l’Unicef. “Affrontare la crisi globale dell’acqua è una delle sfide definitive del nostro tempo, e i bambini del Burundi sono tra i più vulnerabili”, ha dichiarato Caryl M. Stern, presidente e Ceo di Unicef Usa. La prima fase della partnership o comprende la costruzione di nuovi pozzi dotati di pompe a mano, educazione all’igiene e miglioramento delle strutture idriche e igieniche nelle scuole in quattro regioni prioritarie, tra cui Bukemba e Giharo nella provincia di Rutana e Kinyinya e Nyabitsinda nella provincia di Ruyigui. In queste comunità rurali i bambini sono cronicamente malnutriti e più del 65% della popolazione utilizza fonti di acqua non sicura.

Nessun commento:

Posta un commento