E’ entrato nell’ufficio del suo superiore e gli ha sparato. Poi ha rivolto l’arma contro se stesso e ha premuto di nuovo il grilletto. Due vigili urbani di San Donato Milanese sono morti dopo essere stati trasportati in condizioni già disperate uno al Policlinico e l’altro all’ospedale della cittadina che si trova a sud-est di Milano.
La vittima si chiamava Massimo Iussa, 49 anni, vicecomandante, di Gemona del Friuli (Udine) e residente a Lodi. A sparare è stato Massimo Schipa, 52 anni, agente, originario della provincia di Lecce. All’origine del gesto – secondo i primi risultati delle indagini, affidate ai carabinieri – ci sarebbe stata una lite per motivi di lavoro, fra i quali la gestione dei turni. Gli investigatori stanno raccogliendo le immagini delle telecamere e ascoltando i possibili testimoni per ricostruire la dinamica e la motivazione.