IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

giovedì 29 giugno 2017

LANDINI: NESSUNO DIFENDE I LAVORATORI

Landini: la sinistra non c'è più, nessuno rappresenta il lavoro

In una intervista il leader uscente della Fiom: "Nessuno ha un progetto per cambiare il modello sociale".
Maurizio Landini
globalist29 giugno 2017
Maurizio Landini"Penso che ci sia ancora una differenza tra destra e sinistra. La discriminante è il lavoro, la rappresentanza del mondo del lavoro. Nessuno rappresenta più questo mondo. Nessuno ha un progetto per cambiare il modello sociale. Per questo non c'è più la sinistra". Lo dice in un'intervista a Repubblica Maurizio Landini, leader uscente della Fiom. "Renzi non è di sinistra. Lo dice lui, non io", sottolinea, "ha scelto Marchionne, ha cancellato l'articolo 18, ha varato il Jobs act. C'è stato il referendum costituzionale nel quale la Cgil si è tutta schierata per il no. Renzi non è più a Palazzo Chigi ed è il segretario di un partito che perde ruolo e consenso nel Paese". "Oggi non sto con nessuno. Sto con la Cgil. La precondizione perche' oggi possa ricostruirsi la sinistra è l'unità del mondo del lavoro, superare la frantumazione che si è determinata in questi anni". "Bisogna muoversi con un'idea di progetto non minoritario perché come diceva Totò 'non è la somma che fa il totale'", dice a proposito dell'iniziativa di Mdp. Quanto al progetto di Pisapia, "in generale penso che sia sempre utile e positivo muoversi per tentare di recuperare quel cinquanta per cento e passa di cittadini che non vota più. Il problema è innovare nelle proposte, recuperare la centralità del lavoro ed elaborare 5-6 questioni sulle quali costruire un progetto".

Nessun commento:

Posta un commento