IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

sabato 3 giugno 2017

INTERROTTO ROCK AM RING FESTIVAL PER TERRORISMO

Germania, nuovo allarme 

terrorismo: interrotto il popolare festival Rock am Ring

rock am ring

Le forze dell'ordine si sono complimentano con i fan presenti all'evento. Gli organizzatori polemizzano 

A 12 giorni dalla strage di Manchester (un’esplosione al termine di un concerto di Ariana Grande ha causato la morte di 23 persone) arriva un nuovo grave allarme terrorismo durante una manifestazione musicale. Ieri per il timore di attacchi è stato interrotto uno dei più noti e prestigiosi festival in Europa: il Rock am Ring, dal 1985 la più popolare rassegna rock che si tiene in Germania, presso il circuito automobilistico del Nurburgring vicino a Coblenza (nello stato tedesco del Renania-Palatinato, nell’Ovest del Paese).
GERMANIA, ALLARME TERRORISMO: INTERROTTO IL FESTIVAL ROCK AM RING
Il Rock am ring è stato fermato intorno alle 21.30 a causa di una non precisata «minaccia terroristica». Era in corso la prima giornata del festival, in programma fino a domenica. Sul palco era atteso Liam Gallagher, uno dei fondatori degli Oasis. Alle 2.30 si sarebbe esibita la famosa band tedesca Rammstein. La comunicazione dell’interruzione è arrivata dall’organizzazione della kermesse. Alle migliaia di fan presenti nell’arena sono stati avvisati così: «La polizia ci ha detto di interrompere il festival a causa di una minaccia terroristica. Chiediamo a tutti i partecipanti di allontanarsi dall’area e di dirigersi verso l’uscita e il campeggio in modo calmo e controllato».

Come riportato dai media tedeschi la polizia avrebbe anche interrogato due persone, sospettate di aver depositato qualcosa nell’area del festival. Gli spettatori, nonostante l’allarme, hanno abbandonato il circuito e i campeggi in maniera serena, composta. Non si sono verificati incidenti e nessuno è rimasto ferito. I fan, uscendo, hanno cantato anche canzoni come ‘You’ll never walk alone’. Le forze dell’ordine si sono complimentate: «Siete stati super».
Ma non mancano polemiche. «Paghiamo il prezzo delle omissioni degli inquirenti sul caso Amri», ha detto all’emittente tedesca Ntv Marek Lieberberg l’organizzatore del festival Rock am Ring, polemizzando sulla decisione degli organi di sicurezza di disdire l’evento musicale per un allarme terrorismo. Lieberberg ha affermato di «non aver davvero capito» le ragioni dello sgombero, dal momento che non è stato provata finora alcuna minaccia concreta.

Nessun commento:

Posta un commento