IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

domenica 18 giugno 2017

IL PORTOGALLO PRENDE FUOCO

Il Portogallo brucia: oltre 60 morti nella regione di Leiria

Proclamati tre giorni di lutto nazionale

Pedrogao Grande (Portogallo), 18 giu. (askanews) – Un devastante incendio scoppiato ieri pomeriggio a Pedrogao Grande, nella regione centrale portoghese di Leiria, e ancora attivo oggi, ha fatto oltre 60 morti. Stando a quanto riferito dal responsabile del ministero dell’Interno Jorge Gomes, i morti sono 62 e i feriti oltre 50. Secondo la stampa portoghese, tra le vittime ci sono quattro bambini. Le autorità hanno decretato tre giorni di lutto nazionale.
Sono circa 900 i vigili del fuoco e quasi 300 i mezzi mobilitati per domare le fiamme. Sulle colline tra i villaggi di Pedrogao Grande, Figueiro do Vinhos e Castanheira de Pera, ancora ricoperte di eucalipti e pini 24 ore fa, oggi la devastazione è totale.
“Questa è probabilmente la più grande tragedia degli ultimi anni sul fronte degli incendi boschivi”, ha detto, commosso, il primo ministro portoghese Antonio Costa. Le autorità portoghesi hanno escluso l’origine dolosa, precisando che sarebbe stato un fulmine a scatenare l’incendio.
Papa Francesco, nell’Angelus di oggi, ha espresso il suo cordoglio alle vittime. Il Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni è invece in in contatto con il premier portoghese Antonio Costa. A Costa Gentiloni ha espresso amicizia, solidarietà e vicinanza e ha ribadito l’impegno della Protezione Civile italiana per fronteggiare la situazione.

Nessun commento:

Posta un commento