IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

venerdì 9 giugno 2017

I NO VAX ALTOATESINI

La battaglia dei no vax, 130 

famiglie altoatesine chiederanno 

asilo in Austria

no vax

Ne parla l'attivista Reinhold Holzer 

La battaglia dei no vax ai vaccini obbligatori non conosce interruzioni. E viene condotta anche con soluzioni radicali. Lo dimostra un annuncio dell’attivista altoatesino Reinhold Holzer, secondo il quale 130 famiglie sono pronte a chiedere asilo in Austria pur evitare quelle iniezioni, necessarie per l’iscrizione a scuola, chiede dal recente decreto.

NO VAX, 130 FAMIGLIE PRONTE A CHIEDERE ASILO IN AUSTRIA

«I genitori – ha affermato -hanno già scritto al presidente italiano Mattarella, a quello austriaco Van der Bellen, come anche al Consiglio per i diritti umani delle Nazioni Unite di Ginevra. Asilo non chiede solo chi scappa da una guerra, ma anche chi si vede privato dei diritti umani». Le 130 famiglie altoatesine anti-vaccini obbligatori abitano vicino al confine, nella provincia di Bolzano. Precisamente tra Vipiteno, Bressanone e l’alta val Venosta. «Intendono trasferirsi in Austria – ha detto ancora Holzer – per non dover vaccinare i loro figli oppure rischiare multe salatissime».
L’attivista è già noto per battaglie no vax. Negli anni ’90 addirittura scappò con la moglie e i figli in Austria quando la Cassazione a Roma gli revocò la potestà genitoriale, proprio per non aver vaccinato i suoi quattro bambini. Holzer poi tornò in Italia su intervento del governatore.
(Foto da archivio Ansa. Credit: Ton Koene via ZUMA Wire)

Nessun commento:

Posta un commento