IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

venerdì 2 giugno 2017

8 MOTORI DI RICERCA CHE TROVANO DI PIU' DI GOOGLE

8 motori di ricerca che trovano quello che Google non riesce a trovare

Ci sono motori di ricerca alternativi attraverso cui è possibile ottenere dei risultati migliori, rispetto a quelli raggiunti con Google Search

Quando si parla di motori di ricerca il pensiero corre immediatamente a Google, considerato il Motore di Ricerca. Google è senza dubbio uno dei migliori, ma esistono tante altre valide alternative, che rispetto al motore di ricerca di Mountain View offrono delle funzionalità “speciali”.
La creatura di Mountain View con il passare del tempo è cambiata, diventando sempre più efficace nel soddisfare le richieste degli utenti. Si conta che al giorno il numero di pagine visualizzate attraverso Google ammonti a diverse decine di miliardi. Ed è proprio questo uno dei punti di forza di Google: la sua capacità di rinnovarsi continuamente. Trovare di meglio sembra quasi impossibile. Pensare di utilizzare un motore di ricerca diverso appare, per molte persone, irrealistico. Eppure, non è sempre così. Ci sono motori di ricerca alternativi a Google attraverso cui è possibile ottenere dei risultati migliori.

Ecosia

Cominciamo con Ecosia. Si tratta di un motore di ricerca davvero particolare: destina l’80% degli introiti pubblicitari, ottenuti attraverso la navigazione degli utenti, in progetti che mirano a piantare alberi in Burkina Faso, Madagascar, Indonesia e Perù. Il motore di ricerca si presenta con una grafica pulita. Nella pagina principale, oltre alla barra di ricerca, è visualizzato il numero di alberi piantati, un conteggio che cresce di secondo in secondo e che al momento ha superato gli 8 milioni.

Yippy

Un’altra soluzione diversa da Google è Yippy, un motore di ricerca che combina i risultai della ricerca in gruppi. Il funzionamento di Yippy ricorda la maggior parte dei search engine: si inserisce la parola chiave e il motore risponde facendo visualizzare una lista di siti. La differenza è che sulla parte sinistra sono visibili i “cluster” divisi per categoria. Yippy permette così di effettuare una ricerca più approfondita.

Qwant

Qwant si definisce come il motore di ricerca che rispetta la privacy. Un po’ come DuckDuckGola particolarità di Qwant è quella di non utilizzare cookie o altri strumenti per tracciare gli utenti. Il motore di ricerca è anche graficamente apprezzabile. Oltre alla barra di ricerca, infatti, Qwant riporta una serie di notizie divise per categoria. Inoltre, sulla parte laterale è possibile personalizzare le ricerche scegliendo una delle sezioni presenti.

Kiddle

Kiddle è un motore di ricerca sicuro per i bambini. Si tratta, infatti, di una versione personalizzata di Google che permette di cercare solo contenuti adatti per i più piccoli, bloccando i risultati non idonei per essere visualizzati dalle fasce di età più deboli. Il motore di ricerca include quattro categorie: web, immagini, news e video. Kiddle, comunque, non è la versione ufficiale di Google per i bambini.

Giphy

Giphy, come è anche possibile intuire dal suo nome, è un motore di ricerca specializzato in GIF. Giphy permette, infatti, di trovare solo delle immagini animate e funziona inserendo una parola chiave nella barra di ricerca. In alternativa è possibile navigare nelle numerose categorie in cui sono raccolte le GIF.

iFind3d

Questo è un motore di ricerca davvero particolare, utile per cercare modelli 3D stampabili. iFind3D, sviluppato da un rivenditore di stampanti 3D olandese, raccoglie in un unico luogo circa 750 mila disegni, i quali possono essere salvati oppure scaricati. Al momento iFind3D è solo in versione beta.

Nasa Images

Nasa Images è senza dubbio, soprattutto per chi è appassionato di astronomia, uno dei migliori strumenti per cercare immagini scattate nello spazio. Nasa Images raccoglie migliaia di foto, video e file audio collezionati dalla National Aeronautics and Space Administration nel corso delle sue missioni.

Arianna

Motore di ricerca made in Italy,  Arianna si appoggia alle tecnologie di Bing e supporta tutti i principali assistenti personali: Cortana, Bing e Alexa. Nei prossimi anni riuscirà a gestire sempre meglio le richieste provenienti dal linguaggio naturale e gli utenti potranno interrogare il motore di ricerca direttamente con la propria voce.

Nessun commento:

Posta un commento