IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

venerdì 19 maggio 2017

TRAPANI CORROTTA

Corruzione e mazzette, arresti a Trapani: c'è anche il candidato sindaco Fazio

Tangenti sui fondi per il trasporto marittimo: coinvolto anche l'armatore Morace Ieri la richiesta di soggiorno obbligato per Tonino D'Alì, processato per associazione mafiosa.
Girolamo Fazio
Desk3 GLOBALIST19 maggio 2017
Mazzette sui fondi riguardanti il trasporto marittimo. Un noto armatore, Ettore Morace e il deputato regionale siciliano Girolamo Fazio, il candidato sindaco di Trapani, oltre a un funzionario regionale, Giuseppe Montalto, sono stati arrestati dai Carabinieri con l'accusa di corruzione. L’operazione dei Carabinieri di Palermo e Trapani è in corso dall'alba. I militari stanno eseguendo il provvedimento cautelare emesso dal Gip del Tribunale di Palermo, su richiesta della locale Procura della Repubblica.

Per Fazio, ex sindaco di Trapani, e per il funzionario della Regione Siciliana Giuseppe Montalto sono scattati i domiciliari. E' andato invece in carcere l'armatore Ettore Morace.

Girolamo Fazio
La campagna elettorale della città siciliana è letteralmente nella bufera dopo la richiesta di soggiorno obbligato per il candidato Tonino D'Alì e la conseguente decisione di D'Alì di sospendere la campagna elettroale, un provvedimento della magistratura colpisce anche l'altro candidato del centrodestra, l'avvocato Fazio, arrivato nel 2012 all'Assemblea regionale siciliana con il Pdl, poi è passato al gruppo misto.

La famiglia Morace, da sempre vicina a Fazio, gestiva la compagnia di traghetti Ustica Lines da cui e' nata la Liberty Lines che collega Trapani alle isole minori. La moglie del patron della compagnia, Vittorio Morace, padre dell'arrestato e' nella lista degli assessori designati da Fazio

Intanto, la procura di Palermo annuncia una conferenza per le 11,30 in cui verranno illustrati i particolari dell'indagine che ha portato ai provvedimenti del giudice delle indagini preliminari.

Ripartire da dove tutto si è interrotto". Si era presentato con queste parole ai suoi elettori, qualche settimana fa, Girolamo Fazio, 63 anni, detto Mimmo, deputato regionale siciliano ed ex sindaco di Trapani, che ha deciso di ricandidarsi. L'ex esponente di Forza Italia e oggi nel Gruppo Misto, era già stato sindaco di Trapani, 15 anni fa e e poi nel 2007, e ora si è ricandidato per tentare il suo ritorno a Palazzo D’Alì. Alle elezioni comunali del 25 novembre 2001 era stato eletto sindaco di Trapani con Forza Italia al primo turno con il 60,1% dei voti. E' stato uno dei fautori dello svolgimento a Trapani dell'America's Cup.

Nelle elezioni amministrative del 13 maggio 2007 era stato riconfermato con una percentuale di voti del 64,2%, con una coalizione di centro destra, fino al 2012. Ha aderito al PdL nel giugno 2011. Nel maggio 2012 è eletto consigliere comunale di Trapani nella "lista Fazio" con 610 preferenze. Il 28 ottobre 2012 è stato eletto deputato all'Assemblea regionale siciliana primo eletto nella lista del Popolo della Libertà nel collegio provinciale di Trapani con 6.283 voti, ma due anni fa si è iscritto al Gruppo Misto.

Nel febbraio 2017, a seguito di una causa civile, viene dichiarato decaduto con un voto dal consiglio comunale di Trapani, ma nell'aprile successivo viene reintegrato dal tribunale.

Nessun commento:

Posta un commento