IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

giovedì 18 maggio 2017

ROMA ACCOGLIE

Migranti, contro ogni muro materiale e culturale

Trasparenza, controllo pubblico, microaccoglienza, revisione del sistema di appalto e di monitoraggio: l'incontro della rete Romaccoglie per un'accoglienza dignitosa.
Desk1 GLOBALIST18 maggio 2017
A distanza di tre anni dall'inizio dell'inchiesta su Mafia capitale poco è cambiato nel sistema accoglienza a Roma. Dopo la pubblicazione dei nuovi bandi per l'affidamento dei servizi di accoglienza da parte del Comune e della Prefettura di Roma sono ancora tante le criticità che affligono il sistema.

Non solo. Roma è l'unica città che non ha un hub di primissima accoglienza. Servizio che viene svolto gratuitamente e con continui sgomberi da parte del presidio umanitario Baobabab experience.

Roma, accoglienzaTrasparenza, controllo pubblico, microaccoglienza, revisione del sistema di appalto, di gestione e di monitoraggio dei servizi, partecipazione: questi alcuni degli elementi chiave individuati dalla rete Romaccoglie per accogliere bene i migranti e i richiedenti asilo presenti nella nostra città, in un documento prodotto con metodo partecipativo esattamente un anno fa.

Questi e molti altri sono i temi su cui la rete vuole confrontarsi con le istituzioni. Oggi 18 maggio, alle ore 16.00, presso la sala Gonzaga, in via della Consolazione, 4, si terrà l'incontro per affrontare la questione dell'accoglienza ai migranti. L'obiettivo: tornare a rivendicare un profondo ripensamento del sistema di accoglienza cittadino e delle politiche di inclusione sociale rivolte ai richiedenti asilo e ai rifugiati.

"Il 18 maggio, a partire dalle ore 16 presso la sala Gonzaga di via della Consolazione 4, la rete Romaccoglie, composta da 15 associazioni, fra cui la Cgil di Roma e del Lazio, presenterà un’iniziativa sull’accoglienza dei migranti a Roma. Proveremo a spiegare cosa non funzioni nel sistema di accoglienza romano e, allo stesso tempo, proporre soluzioni praticabili per ogni singolo settore. Sono stati invitati i referenti dei partiti e delle istituzioni, compresa la sindaca Raggi. Sarà questa l’occasione per capire quali siano le forze politiche intenzionate realmente a dialogare con chi lavora in città sul tema dei migranti e non solo. Vorremmo presentare la nostra proposta all’interno di un confronto serrato ma civile, con l’obiettivo di offrire un'alternativa alle soluzioni securitarie e razziste che spesso, purtroppo, leggiamo sui giornali. Provando anche a compiere un’operazione verità sull’impatto dei migranti sul tessuto sociale, nella consapevolezza che la sua complessità non consente scorciatoie, populismo o propaganda. La nostra battaglia continua a essere per l’eguaglianza e la giustizia sociale e questo vale per tutti, nessuno escluso. Dalle risposte delle istituzioni e della politica, in un confronto diretto, fuori dal web, sapremo costruire un orientamento collettivo". Così, in una nota, la rete Romaccoglie.

La rete Romaccoglie è composta da: A Buon Diritto, Action diritti in movimento, Adif, Ala, Arci Roma, Asgi, Baobab Experience, Cgil di Roma e Lazio , Focus Casa dei Diritti Sociali, LasciateCIEntrare, Libera Roma, Lunaria, Resistenze meticce, Senza Confine

Nessun commento:

Posta un commento