IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

mercoledì 31 maggio 2017

MASSACRO A KABUL

Afghanistan, autobomba a Kabul nel quartiere delle ambasciate: almeno 80 vittime

KABUL – Un’autobomba è esplosa questa mattina, 31 maggio, sulla piazza Zanbaq di Kabul, nel quartiere del palazzo presidenziale dove si trovano diverse ambasciate, una delle zone più sicure della capitale, provocando almeno 80 morti e centinaia di feriti, tra cui anche alcuni dipendenti dell’ambasciata tedesca.
Secondo le prime ricostruzioni si tratterebbe di un attentato suicida. Al momento non c’è stata alcuna rivendicazione. I talebani hanno negato ogni loro responsabilità.L’esplosione è stata così violenta che ha distrutto o danneggiato oltre 30 vetture ed ha mandato in frantumi i vetri degli edifici circostanti per un raggio di circa un chilometro.
Decine di persone ferite nell’attentato sono state portate nell’ospedale di Emergency, che pure a subito danni per la forza dell’esplosione. Lo rende noto in una serie di tweet la stessa ong guidata da Gino Strada. Sua figlia Cecilia spiega da parte sua che “il nostro centro a Kabul è stato scosso dall’esplosione. I colleghi stanno bene, sono al lavoro per i feriti; poi vedremo i danni”. A quanto si apprende da fonti della Farnesina l’onda d’urto dell’esplosione di questa mattina a Kabul è stata avvertita anche nel compound della nostra ambasciata e dell’agenzia italiana per la Cooperazione allo sviluppo. Tutto il personale messo in sicurezza sta bene e, in stretto raccordo con l’Unità di crisi della Farnesina, si è immediatamente attivato per le verifiche di rito
Quasi tutte le vittime sono civili e molti di essi sono dipendenti della compagnia di telefonia cellulare afghana Roshan. Lo sostiene la tv Ariana. Queste informazioni sono rilanciate anche da 1TvNews che segnala come l’esplosione abbia danneggiato anche l’edificio dove si trovano i suoi studi.

Nessun commento:

Posta un commento