IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

venerdì 19 maggio 2017

IL ROLEX DI SIMONA VICARI

Rolex vale un emendamento. Simona Vicari, sottosegretaria indagata per corruzione

Simona Vicari, sottosegretaria indagata per corruzione: "Rolex in cambio di un emendamento"
Simona Vicari, sottosegretaria indagata per corruzione: “Rolex in cambio di un emendamento”
PALERMO – Un Rolex in cambio di un emendamento. Per questo Simona Vicari, sottosegretaria alfaniana alle Infrastrutture è indagata per corruzione. L’avviso di garanzia le è stato notificato oggi, venerdì 19 maggio, nell’ambito dell’indagine che ha portato all’arresto, tra gli altri, dell’armatore Ettore Morace.
Rolex, ancora lui: lo stesso che fece rotolare la testa dell’allora ministro alle Infrastrutture Maurizio Lupi. In cambio dell’orologio datole dall’imprenditore, Vicari avrebbe presentato un emendamento che abbassava dal 10 al 4% l’Iva sui trasporti marittimi, determinando un risparmio di milioni di euro per la società di Morace.
Attraverso i favori del funzionario regionale, Giuseppe Montalto, e del deputato regionale siciliano Girolamo Fazio l’armatore Ettore Morace avrebbe ottenuto “bandi su misura”  per i collegamenti tra la Sicilia e le isole minori potendo contare su finanziamenti regionali gonfiati rispetto alle esigenze reali.
Sia Fazio, candidato sindaco di Trapani, definito dal gip “stabilmente asservito a Morace”,  che l’armatore, sono stati arrestati per corruzione. In cambio il deputato e il funzionario ricevevano assunzioni di persone da loro segnalate nelle imprese di Morace, e Fazio anche l’uso di una Mercedes e biglietti navali.
Secondo gli inquirenti, il funzionario regionale arrestato avrebbe bloccato poi, in cambio di soldi, la nomina di un consulente regionale sgradito a Morace. Altra contestazione, che riguarda anche due politici nazionali, che avrebbero ricevuto avvisi di garanzia per corruzione, riguarda la modifica di un emendamento che abbassò dal 10 al 4 per cento l’iva sui trasporti marittimi urbani, interamente a carico dell’armatore.
Operazione che ha creato un ammanco di 7 mln dalle Casse dello Stato. In cambio i due politici avrebbero ricevuto orologi Rolex. Infine Morace avrebbe assunto la figlia di un sottufficiale dell’Arma in servizio a Perugia che raccoglieva informazioni in danno del suo ex concorrente storico, il messinese Franza. Anche il carabiniere è indagato. Il dossier doveva finire in Procura e poi essere inviato per competenza a Palermo così da indurre i pm ad aprire una inchiesta.

Nessun commento:

Posta un commento