IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

sabato 20 maggio 2017

IL GRILLO SPARLANTE CONTRO I MIGRANTI

Grillo contro migranti vuole il reddito di cittadinanza, il Pd contestato a Milano

Grillo contro migranti vuole il reddito di cittadinanza e il Pd...marcia a Milano
Grillo contro migranti vuole il reddito di cittadinanza e il Pd…marcia a Milano
MILANO – Da un lato la marcia di Beppe Grillo e del Movimento 5 stellea Perugia per chiedere il reddito di cittadinanza per gli italiani e attacca le ong e i migranti. Dall’altro la marcia per l’integrazione a Milano che rivendica i diritti dei migranti e sottolinea che chi nasce in Italia ha diritto alla cittadinanza, chiedendo una società multiculturale e plurale, conquistando la condanna del leader della Lega Nord Matteo Salvini. Una marcia in cui il Pd è stato contestato.
Due marce in due comuni italiani, un movimento e un partito, e due che vanno in direzioni completamente opposte proprio nello stesso giorno. E Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia, punta il dito contro il Pd: “In marcia gli stessi che hanno detto no al centro d’accoglienza a Capalbio”.
Il Movimento 5 stelle il 20 maggio ha percorso la strada tra Perugia e Assisi per rilanciare la richiesta del reddito di cittadinanza. Il leader di Grillo mette le esigenze degli italiani e dei disoccupati al primo posto, dichiarando che la questione è di priorità per un ipotetico governo M5s nel 2018. Tante le persone arrivate alla marcia e per Grillo si tratta di una sensazione di comunità importante:
“E’ una sensazione bella alla fine, di comunità, e ci ha fatto bene ritrovarci con gente diversa arrivata da tutte le parti d’Italia per condividere una giornata importante, perché importante è il reddito di cittadinanza. I cittadini si devono convincere che la strada è questa e non c’è ne è altra. Quando avremo flussi di disoccupati che gireranno per l’Europa se non avranno un inserimento nella società diventeranno cattivi, depressi, violenti. Non sono abituati a gestire il tempo libero. Bisogna quindi attrezzarci per gestire il tempo liberato dal lavoro”.
E parlando delle ong ribadisce che i recenti attacchi del Movimento 5 stelle ribadisce che in realtà di attacchi non si tratta, sono le inchieste a parlare per lui.
“No, non c’è nessun attacco, semplicemente ci sono delle inchieste. Prendiamo esempio dalla comunità S.Egidio”.
Se questo è il clima che si respira ad Assisi, basta spostarsi a Milano per trovare un’altra marcia, quasi in antitesi con quella M5s. Proprio a Milano in 100mila sono scesi in piazza guidati dal Pd per manifestare in favore dell’accoglienza degli immigrati e contro la costruzione di nuovi muri e divisioni. Non sono mancati momenti di tensione durante la marcia milanese, con gli antagonisti e i centri sociali che hanno contestato il Pd. Tra chi si è opposto alla marcia, condannandola, anche Matteo Salvini, che parla di ipocrisia e “una marcia per gli invasori”.
Tra i 100mila accorsi per partecipare alla marcia, in testa al corteo si trovano proprio i profughi ospitati a Milano insieme ai politici, guidati dal sindaco Giuseppe Sala, che ha preferito le contestazioni all’annullamento della marcia voluta dall’assessore al Welfare Pierfrancesco Majorino e dalle associazioni del terzo settore. Scrive Zita Dazzi su Repubblica:
SEGUE SU BLITZ QUOTIDIANO

Nessun commento:

Posta un commento