IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 5 ottobre 2016

THE FACEBOOK MARKETPLACE

In vendita droghe, armi e bambini: l’esordio illegale di Facebook Marketplace

Il nuovo servizio è stato lanciato da Mark Zuckerberg lunedì scorso: “Ci scusiamo, colpa di un problema tecnico”
Marketplace, il nuovo servizio di Facebook

LA STAMPA 05/10/2016
Droghe, animali, armi, addirittura parti del corpo. L’esordio online di Marketplace, il servizio pensato da Facebook per consentire la compravendita di oggetti sulla piattaforma sulla falsa riga di eBay, è un concentrato di violazioni.  




Lanciato lunedì scorso, in poche ore ha costretto il popolare social network alle pubbliche scuse. Gli utenti hanno dato vita a un mercatino dell’illegalità, inserendo annunci di armi e droghe illegali, prestazioni sessuali, cani e cuccioli di istrice. Insomma, una sorta di deep web alla luce del sole, senza la necessità di avere un software particolare per accedervi. «Ci scusiamo per questo problema - ha dichiarato Mary Ku, direttrice di Marketplace - controlleremo da vicino i nostri sistemi per avere la certezza che stiamo individuando e rimuovendo correttamente le violazioni, prima di dare a un numero maggiore di persone l’accesso al servizio».  

Un problema tecnico ha impedito al sistema di revisione di Facebook di identificare i post che violano le politiche commerciali e gli standard della community. Su Twitter, però, sono immediatamente fioccate le segnalazioni degli utenti, corredate dalle foto degli oggetti in vendita.  

Marketplace è disponibile su iPhone e Android negli Stati UnitiAustraliaNuova Zelanda e Regno Unito. Nei prossimi mesi l’opzione dovrebbe essere estesa ad altri Paesi, nonché alla versione desktop di Facebook. 

Marketplace è nato in virtù del fatto che almeno 450 milioni di utenti utilizzano mensilmente Facebook, in particolare la funzione dei gruppi, per comprare e vendere oggetti a livello locale. Il servizio non gestisce la transazione economica e la consegna. 

Nessun commento:

Posta un commento