IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 1 ottobre 2016

SANTE PISANI TENEVA IL VILLONE CALABBRISI! 'NDRANGHETISTA ASSASSINO!

’Ndrangheta, confiscati beni per due milioni di euro a un imprenditore calabrese

Sequestrati un conto corrente, sei polizze assicurative, uno studio legale e una villa. Sante Pisani, 67 anni, era legato alla ’ndrina Pesce-Bellocco di Rosarno
ANSA
Foto d’archivio

LA STAMPA 01/10/2016
La Direzione investigativa antimafia di Firenze ha eseguito la confisca di beni per un valore di oltre 2 milioni di euro ai danni di  Sante Pisani, 67enne imprenditore calabrese vicino alla ‘ndrina Pesce-Bellocco di Rosarno, in provincia di Reggio Calabria. Il sequestro riguarda una villa a Prato, uno studio legale a Rosarno, un conto corrente bancario e s ei polizze assicurative

Il provvedimento è stato disposto dalla procura di Reggio Calabria. Pisani si era specializzato in truffe ai danni dell’Unione Europea attraverso documentazioni false, con il coinvolgimento di dipendenti regionali. L’uomo sarà messo sotto sorveglianza per i prossimi tre anni, con l’obbligo di soggiorno nel comune di residenza

Pisani si è trasferito a Prato negli anni ’90, continuando a riciclare i soldi della ‘ndrangheta fino al 2012, anno in cui ha fatto ritorno a Rosarno. L’imprenditore è stato arrestato diverse volte. La prima nel 1993, insieme alla moglie e al cognato, per avere ripulito capitali della cosca Pesce, subendo il sequestro di beni per 10 miliardi di lire. La seconda nel 2007, per una truffa ai danni dell’Ue nel settore dei contributi destinati alla produzione di agrumi, quantificata in 26 milioni di euro. 

Tra gli immobili confiscati c’è lo “studio legale Pisani”, il cui titolare è Vittorio, figlio di Sante e storico legale di fiducia della cosca Bellocco, diventato collaboratore di giustizia. Le sue dichiarazioni sono servite a localizzare i beni confiscati. Vittorio Pisani è stato arrestato nel 2014 per i suoi rapporti con le ‘ndrine reggine.  

Nessun commento:

Posta un commento