IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 11 ottobre 2016

OBAMA CI PORTERA' SU MARTE ENTRO IL 2030

Obama vuole portare l’uomo su Marte entro il 2030

AP

LA STAMPA 11/10/2016
INVIATO A NEW YORK
«Noi abbiamo stabilito un chiaro obiettivo, vitale per il prossimo nella storia dell’America nello spazio: mandare esseri umani su Marte entro il 2030, e farli tornare in sicurezza sulla Terra, con l’ambizione di poterci restare un giorno per un esteso periodo di tempo». 

Lo scrive il presidente americano Obama in un articolo pubblicato sul sito della Cnn, in cui descrive i progetti spaziali che aveva all’inizio del suo mandato, e quelli che secondo lui gli Stati Uniti dovranno comunque continuare a perseguire. 

Il capo della Casa Bianca ricorda quando da bambino era rimasto affascinato dalle imprese degli astronauti arrivati sulla Luna, e sottolinea quanto questa iniziativa aveva contribuito al progresso dell’umanità. Quindi richiama di aver stabilito l’obiettivo di atterrare sul Pianeta Rosso nel corso degli anni Trenta, e lo conferma come una eredità che vorrebbe lasciare al suo successore. 

«Arrivare su Marte - prosegue Obama - richiederà la continua cooperazione fra il governo e gli innovatori privati, e siamo già molto avanti su questo piano. Nel giro dei prossimi due anni, le compagnie private manderanno per la prima volta degli astronauti sulla Stazione spaziale internazionale». 

Le trombe d’aria filmate dalla Nasa su Marte

La collaborazione tra il settore pubblico e quello privato è essenziale secondo il presidente, per unire le forze e usare tutte le capacità economiche e scientifiche a disposizione. In questo quadro, Obama annuncia anche l’avvio di esperimenti per costruire strutture capaci di sostenere la vita degli esseri umani su Marte per periodi estesi di tempo. 

«Un giorno - conclude il capo della Casa Bianca - spero di guardare le stelle con i miei nipoti sulle spalle, e invece di aspettare il ritorno dei nostri intrepidi esploratori, sapremo che grazie alle scelte fatte oggi saranno andati nello spazio non solo per visitarlo, ma per restarci». 

Nessun commento:

Posta un commento