IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 1 ottobre 2016

NIZZA ANNULA TUTTO

Nizza annulla eventi, feste e sfilate sulla Promenade

Timori per la sicurezza dopo 5 attacchi sventati
REUTERS
Nizza

LA STAMPA 01/10/2016
NIZZA
Nizza vive nell’angoscia del terrorismo. Dopo l’attentato del 14 luglio tutte le manifestazioni in programma sulla Promenade des Anglais sono state annullate. Ufficialmente per il rispetto della memoria delle 86 vittime del camion assassino guidato da Mohamed Lahouaiej Bouhlel. Impossibile pensare di festeggiare il prossimo carnevale con le ballerine brasiliane a muoversi a passo di samba sull’asfalto ancora insanguinato. Ma in ballo c’è anche, e soprattutto, la sicurezza. Perché dopo quella notte d’orrore il pericolo del terrorismo è presente sulla sponda dorata della Francia mediterranea. Mai come adesso.  

Sarebbero cinque gli attentati sventati in Costa Azzurra negli ultimi mesi. E due sono i giovanissimi (19 e 17 anni) arruolati dal fondamentalismo islamico arrestati solo pochi giorni fa mentre era allo studio un altro attentato. Una minaccia concreta. E l’apprensione cresce anche perché la portaerei Charles de Gaulle, di stanza a Tolone, orgoglio della République, da ieri è tornata in zona di operazioni, davanti alle coste della Siria, lanciando i suoi Rafale nell’offensiva della forza internazionale su Mosul, contro lo Stato Islamico. Per Isis colpire ancora Nizza con le cellule dell’islamismo radicale varrebbe a dimostrare la vulnerabilità della «fortezza Europa».  

«Niente eventi sulla promenade - ha detto il presidente del dipartimento delle Alpes Maritimes Christian Estrosi - ma le manifestazioni avranno comunque luogo, in altre parti della città». A cercare una nuova «casa» sono eventi che per la città della Costa Azzurra rappresentano un business da milioni di euro. Come il carnevale, con le sue sfilate notturne e decine di migliaia di spettatori paganti in tribuna. O come l’«Iron Man», la manifestazione sportiva che riempie gli hotel per un’intera settimana con il meglio del triathlon mondiale. O ancora «Italia a Tavola», happening che trasformava la promenade in una vetrina per la gastronomia del Belpaese in trasferta a Nizza. Non a caso il Comune, ieri, ha votato un documento per sostenere finanziariamente le attività commerciali, dai ristoranti agli hotel, che sono stati danneggiati dall’attentato del 14 luglio dalla «desertificazione turistica». Lo stanziamento iniziale è stato di due milioni di euro. Intanto è nato un comitato per organizzare il 14 luglio 2017 una grande manifestazione per commemorare le vittime del terrorismo.  

E mentre polizia, esercito e legionari continuano a controllare l’aeroporto internazionale e il centro della città, ieri è stato confermato che la giornata nazionale francese per ricordare le vittime del terrorismo si terrà proprio a Nizza il 14 ottobre, a quattro mesi dalla strage sulla passeggiata. La cerimonia si terrà sulla «colline du Château», non sulla promenade, ed è prevista la presenza del presidente François Hollande.  

Le fonti investigative rivelano nuovi dettagli della dinamica della notte della strage. Il camion-killer guidato da Mohamed Lahouaiej Bouhlel non sarebbe stato bloccato dalla polizia, le cui auto erano rimaste immobilizzate davanti alla folla in fuga. Si sarebbe fermato o per un guasto o per la vocazione allo scontro del terrorista pronto al martirio. 

Nessun commento:

Posta un commento