IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

giovedì 13 ottobre 2016

LA GRECIA CONTRO I MURI

La Grecia una muraglia contro i muri della vergogna 2° Congresso di SYRIZA Marco Revelli

l cofondatore di AET al 2° Congresso di SYRIZA
Marco Revelli sul giornale “Avgi”:
La Grecia una muraglia contro i muri della vergogna 
14705796_599995350209023_4518330687151020485_n
Il vostro 2o Congresso si svolge in una congiuntura difficile per la Grecia, l’Europa e, naturalmente, per l’Italia. Sembra che abbiamo avuto ragione due anni fa per sostenere la candidatura di Alexis Tsipras alle elezioni europee e di creare “L’Altra Europa con Tsipras” per cambiare radicalmente l’Europa, per passare alla cancellazione e alla memomazione dei debiti, di adottare una politica diversa in materia di immigrazione. Sappiamo che molte delle difficoltà che affrontate sono dovute alla mancanza in altri paesi, come l’Italia, di una forza politica che si impegna ad affrontare le sfide del nostro tempo.
Quando siamo scesi alle elezioni europee, abbiamo presentato un manifesto dal titolo “L’Europa al bivio”. Oggi la situazione è peggiore se prendiamo in considerazione i muri della vergogna contro gli immigrati in mezza Europa e la pressione costante del settore finanziario europeo per esercitare maggiori pressioni alla Grecia e il suo popolo. Voi resistete, rimanete in piedi, continuate di lottare tra mille problemi e vi siamo grati. In questa Europa che fischia il vento dell’Estrema destra rappresentate sempre un punto di riferimento per cambiare l’Europa delle borse e delle oligarchie. I cittadini democratici e progressisti in Italia abbiamo apprezzato molto il fatto che avete offerto una lezione ulteriore di democrazia adottando un sistema elettorale proporzionale semplice. Questo momento rimanete l’unico paese europeo che potete bloccare i terribili accordi di CETA e di TTIP con una visione e prospettiva di sinistra.
Traduzione: A. Panagopoulos

Nessun commento:

Posta un commento