IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 8 ottobre 2016

IL PD DEL TESTACCIO E' PER IL NO

Circolo pd Testaccio: “Nati democratici per il No”. Ma la sub commissaria: “Mai autorizzati” – Repubblica.it

La decisione in una riunione che si è tenuta presso la sezione dove sono iscritti i big dem contrari. Ma Elisa Simoni taglia corto: “Sì al confronto, no a comitati del partito”. Boschi: “Riforma riduce burocrazia, non democrazia”. E Marino annuncia una campagna nazionale ‘contro’
ROMA – Nascono i ‘democratici per il No” presso il circolo pd del Testaccio. Ma la sub commissaria del Municipio Primo, Elisa Simoni, li smentisce: “Nessun comitato per il No è stato autorizzato all’interno del Partito”. Marino, dopo l’assoluzione, torna in campo e annuncia una campagna nazionale ‘contro’. Gli risponde il presidente pd Matteo Orfini: “È con D’Alema, auguri”. Il ministro Maria Elena Boschi difende a spada tratta la riforma costituzionale: “Riduce la burocrazia, non la democrazia”, dice. E attacca i sostenitori del No, riferendosi, senza citarli, anche ai big del suo partito, in primis lo stesso D’Alema. “Non è serio – attacca Boschi – sostenere che se fallisce questa riforma tra sei mesi ce ne sarà un’altra. E ci credo ancora meno quando a dirlo sono le stesse persone che ci hanno provato per 30 anni senza riuscirci”.
Al Testaccio nuovo caso nel Pd. Scoppia un nuovo caso nel Pd dopo l’annuncio della nascita dei “democratici per il No al referendum costituzionale del prossimo 4 dicembre” fatto dall’ex responsabile comunicazione dem Stefano Di Traglia (ex portavoce di Pier Luigi Bersani). E dal consigliere regionale del Pd del Lazio, Riccardo Agostini, entrambi tra i promotori dell’iniziativa. “La decisione – si legge nella nota congiunta – è stata presa in una riunione che si è tenuta presso il circolo del pd ‘Testaccio’ a Roma, alla quale ha partecipato un nutrito gruppo di iscritti, militanti ed elettori dem e del centrosinistra, provenienti da diversi municipi della Capitale. E da comuni della Provincia e della Regione Lazio”.
La smentita della sub commissaria. Elisa Simoni, sub commissaria del Municipio Primo, cade dalle nuvole. “Nessuno mi ha informata della nascita dei ‘democratici per il No’ – dichiara a Repubblica – ben prima del confronto Giachetti-D’Alema avevo inviato a tutti i circoli una lettera con la quale (in controtendenza) auspicavo che le sedi del partito fossero messe a disposizioni degli iscritti e dei cittadini per dei confronti, come avvenuto nell’acceso dibattito ai Giubbonari”.
Simoni: “Mai autorizzato comitato del No”. “Ma non ho mai autorizzato alcun comitato per il No all’interno del partito”, precisa Simoni che, poi, in aperta polemica con i big iscritti al Municipio Primo (in primis D’Alema), attacca: “Molti compagni che hanno la mia storia e qualche anno più di me mi hanno insegnato che quando il partito ha deciso a maggioranza, qualunque sia il segretario, la linea del partito va rispettata”.
L’iniziativa del circolo dem del Testaccio non è nuova, ovviamente, all’interno del Pd dove c’era già una fronda per il No riunitasi il 5 settembre nella Capitale in un’assemblea che ha visto tra gli organizzatori Massimo D’Alema.
Difende la ‘sua’
riforma costituzionale il ministro Maria Elena Boschi, che, da una convention in Abruzzo, rilancia: “Questa non è la riforma che porta a ridurre la democrazia – spiega – è la riforma che porta a ridurre la burocrazia”.

Nessun commento:

Posta un commento