IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 5 ottobre 2016

DA HAITI A CUBA: IL FLAGELLO MATTHEW

Flagello Matthew da Haiti a Cuba: l'uragano adesso spaventa la Florida

L'uragano Matthew ha provocato la morte di undici persone. Ora è diretto verso Florida e South Carolina. Le autorità: fate scorte cibo e acqua.
Haiti dopo il passaggio dell'uragano Matthew

Haiti dopo il passaggio dell'uragano Matthew

globalist5 ottobre 2016
L'uragano Matthew ha seminato paura e morte dietro di sè. Da Haiti a Cuba. E adesso spaventa anche Florida e South Carolina. È il più potente ciclone dell'ultimo decennio e ha fatto le prime vittime ad Haiti. Ma sono undici le morti accertate secondo il Guardian. La maggior parte ad Haiti, una in Colombia, quattro nella Repubblica Dominicana e un adolescente a Saint Vincent e Grenadine.Migliaia le persone costrette a rifugi di fortuna.


L’uragano ha venti a oltre 220 chilometri orari ed è accompagnato da forti piogge che hanno inondato strade, distrutto edifici, interrotto la corrente elettrica, provocato frane e moltissimi altri danni, costringendo molte persone a trasferirsi nei centri di accoglienza appositamente allestiti.

Haiti è al momento lo stato più colpito e le Nazioni Unite hanno detto che sta affrontando "il maggior evento umanitario" dal terremoto del 2010: 10 mila persone si sono rifugiate nei centri di accoglienza mentre molti ospedali sono rimasti senza acqua potabile. Oltre alla capitale Port-au-Prince, una delle città più colpite è Les Cayes, come mostrano alcune foto e video pubblicati su Twitter dal sindaco Jean Gabriel Fortune.


Cuba. Sono state allontanate migliaia di persone dal settore orientale di Cuba e anche dalla base militare americana a Guantanamo è stato mandato via il personale non essenziale. Matthew ha toccato il territorio cubano, con raffiche di vento fino a 250 km orari, nel tardo pomeriggio di ieri (ora locale) all'altezza di Punta Caleta, sulla costa meridionale nella provincia di Guantanamo, hanno precisato i media locali. Si tratta di un uragano di grande "pericolosità", ha ricordato il responsabile del centro pronostici dell'istituto meteo dell'Avana, Jose' Rubiera, mentre i media sottolineano che é il ciclone tropicale più potente a colpire la zona caraibica dal 2007.
Foto: l'uragano che ha colpito Cuba

L'uragano Matthew non ha causato vittime a Cuba, secondo quanto annunciato dalle autorità locali, malgrado abbia investito l'est dell'isola durante cinque ore nella notte scorsa, con piogge intense e venti che hanno raggiunto i 200 kilometri orari. Secondo i primi bilanci di danni diffusi dai media locali, fra le località più colpite dalle mareggiate e dalle inondazioni provocate da Matthew ci sono Baracoa, la più antica città cubana, e Holguin. Il Centro nazionale per gli uragani degli Usa ha informato che Matthew si muove ora in direzione delle isole Bahamas e dovrebbe raggiungere domani la Florida.

Florida e  South Carolina. Il governatore della Florida Rick Scott ha chiesto ai residenti di fare scorte di cibo e acqua per almeno tre giorni, oltre che a prepararsi ad interruzioni nel servizio della corrente elettrica. Scott ha anche aggiunto altri 100 soldati ai gia' 200 mobilitati della Guardia Nazionale. In attesa dell'arrivo di Matthew, le autorità delle Bahamas hanno deciso di chiedere l'aeroporto di Nassau a partire dalle 11 ora locale. Il governatore del sud Carolina Nikki Haley ha invece fatto sapere che sono pronti 110 alloggi di emergenza in caso di necessita'.

Nessun commento:

Posta un commento