IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

domenica 11 settembre 2016

ROMA SOTTO IL MALTEMPO

Maltempo Roma, violento nubifragio: strade allagate, metro A chiusa

ROMA – Strade allagate, traffico in tilt e metro A chiusa tra la stazione Battistini e Ottaviano a Roma. Questo il bilancio dopo il violento nubifragio durato appena pochi minuti nella Capitale domenica 11 settembre ma che ha causato danni e disagi. La partita della Roma contro la Sampdoria è stata temporaneamente sospesa, le strade intorno allo stadio Olimpico allagate e l’Agenzia per la mobilità, Atac, ha comunicato la parziale sospensione del servizio della metro A e di alcune linee di bus.
Esondazioni anche a San Cesareo, all’altezza della diramazione Roma Sud della A1: lo svincolo è stato chiuso. Verso la stessa ora di sabato 9 settembre si era verificato un nubifragio altrettanto violento in cui due uomini sono stati colpiti da un fulmine mentre si trovavano in un parco e sono stati portati in ospedale, dove si trovano tuttora per le gravi ustioni riportate.
Il Lungotevere Maresciallo Diaz e il Ponte Duca D’Aosta sono stati chiusi per allagamenti, dopo il violento nubifragio che si è abbattuto nel primo pomeriggio su Roma. Traffico rallentato e difficoltà di circolazione, sempre a causa di allegamenti, anche su via Trionfale, a Val Melaina e in via Palmiro Togliatti.
Alberi caduti e disagi al traffico per il violento nubifragio che ha colpito Roma. Si registrano allagamenti in via Palmiro Togliatti, via Pietro de Coubertin, dove un veicolo è rimasto bloccato a causa dell’acqua. Alberi sulla carreggiata in zona Castel Giubileo.
Il sito dell’Atac e il canale Twitter sono in continuo aggiornamento dopo il nubifragrio e si può leggere:
“Parzialmente sospesa/non attiva Battistini-Ottaviano causa danni da maltempo stazione Battistini”.
“#info #atac – linee 546-912-908-907-993-998-982-992-46-49-913-446-980 ritardi/possibili interruzioni causa maltempo #Roma”.

Nessun commento:

Posta un commento