IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

sabato 10 settembre 2016

PLASMA INFETTO

Plasma infetto. Lettera aperta di Andrea Spinetti all’Ordine degli Avvocati di Palermo

ARTICOLOTRE
emotrasfusi-Redazione– riceviamo e pubblichiamo integralmente la lettera inviata dal segretario del Comitato Vittime Sangue Infetto, Andrea Spinetti, al Consiglio Distrettuale di Disciplina dell’Ordine degli Avvocati di Palermo.
“Consiglio Distrettuale di Disciplina Via Maqueda n. 383 90100 Palermo
 Egregi Signori, riceviamo ormai da diversi mesi numerose segnalazioni di esposti presentati alle SS.VV. da nostri iscritti e non, tutti danneggiati da trasfusioni di sangue ed emoderivati infetti, nei confronti di tale Avvocato D'Anca Michele, che risulterebbe iscritto ed operante nel Vostro circondario. Col massimo rispetto nei confronti della delicata attività istruttoria da Voi espletanda e delle prerogative e diritti di difesa del suddetto professionista, ci troviamo costretti a rappresentarVi il nostro allarme a cagione del numero consistentissimo di segnalazioni e della gravità dei comportamenti segnalati. Parrebbe, infatti, che tale Avvocato continui ad esercitare regolarmente la professione. In altre parole, vorremmo sapere se risponde al vero, ed in caso affermativo quali sono le ragioni, dell'esistenza di oltre quindici esposti presentati alcuni quasi due anni fa, nei confronti del suddetto professionista, il quale non ha mai subito da parte Vostra alcun provvedimento cautelare a seguito degli esposti di cui trattasi e che, dunque, continua regolarmente ad esercitare, permetteteci l'espressione, “come se nulla fosse”. Tra l'altro, parrebbe che pendano, presso la Procura della Repubblica di Palermo e di Ragusa, numerosi procedimenti penali per truffa ed appropriazione indebita di documenti, oltrechè siano state instaurate numerose cause civili di risarcimento del danno lamentato da ex clienti del medesimo professionista. Ciò posto, data la gravità delle condotte e l'allarme sociale conseguente che non vi sarà certamente sfuggito (vedi articoli di giornale pubblicati su noti quotidiani siciliani e riprese da numerosi siti web di informazione), e del disdorto per l intera classe forense che inevitabilmente ne discende, riteniamo che sia necessaria, nell'interesse di tutti e principalmente dell'Avvocato D'Anca, una definizione rapida dell'istruttoria, con applicazione – laddove opportuno – di misure interdittive, ferma restando la fiducia e la speranza che tale professionista possa dimostrare di avere sempre correttamente operato. In attesa di cordiale riscontro
 Vogliate gradire i migliori auguri di buon lavoro in fede Andrea Spinetti segretario CVSI..

Nessun commento:

Posta un commento