IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 16 settembre 2016

MEDAGLIE ITALIANE ALLE OLIMPIADI: VINCONO I PARALIMPICI!

Gli italiani paralimpici superarono gli olimpionici nel numero di medaglie a Rio

Ottavo oro azzurro vinto da Cecchetto. E nella notte arriva il bis d’argento di Bettella. Oggi staffetta dell’handbike con Zanardi-Podestà-Mazzone. Torna in pedana anche Bebe Vio
ANSA
Paolo Cecchetto, nella Road race H2 di ciclismo, ha regalato l’ottava medaglia d’oro all’Italia

LA STAMPA 16/09/2016
RIO DE JANEIRO
Dall’handbike al nuoto, la lunga giornata azzurra in cui i paralimpici superarono gli olimpici. La sfida si era chiusa in parità quattro anni fa a Londra (28-28), mentre a Rio, con ancora tre giorni di gare davanti a noi, il sorpasso è già servito. Alle quattro medaglie dell’handbike, tra cui quella d’oro del sorpasso (29-28) con il trionfo di Paolo Cecchetto nella prova in linea H3, si è aggiunto nella notte carioca il nuoto. 

Morlacchi, il più medagliato della spedizione  
Il primo sigillo della serata è stato griffato Federico Morlacchi. È lui il più medagliato azzurro in Brasile perché l’argento nei 100 farfalla S9 è il podio numero quattro, dopo l’oro nei 200 misti SM9 e gli argenti nei 400 stile libero S9 e nei 100 rana SB8.  
AP
(Federico Morlacchi)  

«Sono contentissimo del mio argento, ho dato tutto - commenta il 22enne di Luino, allenato da Max Tosin nella Polha Varese -. Tre medagliati sotto il minuto non si è mai visto, è stata una gara faticosissima ma bella da fare e da vedere per il pubblico. Arrivo deciso solo dall’ultima bracciata, ma è un argento guadagnato e dal sapore buonissimo, non un oro perso». 

Bis di Bettella  
Ma il nuoto ha concesso il bis anche stavolta e così ha fatto Francesco Bettella, nuovamente d’argento nei 50 stile S1 dopo la medaglia dello stesso metallo nella doppia distanza (la prima in assoluto dell’Italia a Rio). Meglio dell’azzurro ha fatto soltanto l’ucraino Hennadii Boiko.  
AFP
(Francesco Bettella)  

«Due gare, due medaglie: meglio non poteva andare e il nuoto ha dato una grandissima dimostrazione di forza -spiega il ventisettenne padovano allenato da Federica Fornasiero -. Voglio dire ai ragazzi a casa di venire a nuotare. Non tutti potranno arrivare fin qui, ma se uno ci mette il massimo può togliersi grandi soddisfazioni». Non è riuscita a confermarsi sul trono dei 100 stile libero S11, invece, Cecilia Camellini quinta in 1’10”39. Oro alla cinese Xie (1’08”03). 

Le gare di oggi  
Oggi l’Italia va a caccia di altre medaglie, dalla staffetta dell’handbike Zanardi-Podestà-Mazzone alle prove a squadre del fioretto in cui torna in pedana Bebe Vio, senza dimenticare il tiro con l’arco con Eleonora Sarti, la squadra femminile del tennistavolo in finale per il bronzo e la nuotatrice Arjola Trimi nei 50 dorso S4. 

ANSA
(Beatrice “Bebe” Vio dopo aver vinto la medaglia d’oro nel fioretto di categoria B alle Paralimpiadi di Rio)  

Nessun commento:

Posta un commento