IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 12 settembre 2016

I RITI DEI GIOVANI JIHADISTI

Canto della Marsigliese, ippoterapia e uniformi: ecco il centro di recupero per i giovani attratti dalla Jihad

isis

A Pontourny parte il programma di de-radicalizzazione promosso dal primo ministro Manuel Valls

Ogni mattina, all’alba c’è la cerimonia dell’alzabandiera, si saluta il tricolore e si canta l’inno francese. Ma c’è anche l’ippoterapia e l’uso delle divise militari. Nasce a Pontourny il primo centro di recupero per i giovani attratti dalla jihad e dall’Isis. Entro la fine del 2017 ne apriranno altri 12, ogni regione avrà il suo.
Lo racconta in un reportage Stefano Montefiori sul Corriere della Sera:
Il venerdì mattina, dopo la sveglia all’alba, la colazione e la pulizia delle camere, alle 8 e 45 gli ospiti di Pontourny dovranno partecipare alla cerimonia dell’alzabandiera, salutare il tricolore e cantare la Marsigliese. Sarà dura, perché se sono accolti in questo castello settecentesco nella valle della Loira è perché odiano la Francia e i suoi simboli: sono ragazze e ragazzi attratti dal jihadismo e dal terrorismo islamico dell’Isis che hanno accettato di sottoporsi al programma di de-radicalizzazione promosso dal primo ministro Manuel Valls. Pontourny, nel comune di Beaumonten-Veron a 300 chilometri da
Parigi, è il primo centro di questo genere, entro la fine del 2017 ne apriranno altri 12, ogni regione avrà il suo. L’esperimento verrà presentato ufficialmente domani, dopo sei mesi di polemiche e proteste.

Nessun commento:

Posta un commento