IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 16 settembre 2016

HANJIN DISTRUGGE LE FAMIGLIE DI GENOVA E LA SPEZIA: VERGOGNA MONDIALE!

Hanjin Shipping liquida filiale italiana

La bancarotta della compagnia marittima sud-coreana travolge la società costituita con Castaldi, che ha annunciato il14 settembre la liquidazione. E per recuperare risorse vende tre navi rinfusiere e due portacontainer.

Hanjin portacontainer lascia banchina 2I timori dei lavoratori italiani di Hanjin Shipping si sono rivelati fondati: a sole due settimane dalla richiesta di amministrazione controllata in Sud Corea della compagnia Hanjin Shipping, arrival'annuncio della liquidazione della filiale italiana Hanjin Italy, costituita a Genova insieme con il Gruppo Castaldi. Si perdono così 86 posti di lavoro a Genova e sei a Milano. La chiusura della società è stata decisa durante l'assemblea degli azionisti che si è svolta la sera del 13 settembre. I sindacati hanno chiesto un incontro venerdì prossimo per affrontare questa crisi occupazionale.
Intanto, la compagnia sud-coreana cerca di proseguire l'attività recuperando risorse tramite la vendita di alcune navi. VasselValue afferma che la società ha già venduto tre bulk carrier usate per il trasporto di acciaio, carbone e grano per un ammontare complessivo di 39 milioni di dollari. La più grande è la Hanjin Matsuyama da 180mila tonnellate, ceduta a Winning Shipping per 22,75 milioni di dollari, le altre due a una società greca. La Reuters parla anche della cessione di due portacontainer da 4500 teu, Hanjin Mar e Hanjin Marine, stimate rispettivamente in 18 e 22 milioni di dollari.
Gli analisti ritengono che Hanjin venderà altre navi, probabilmente all'altra compagnia marittima sud-coreana, la Hyundai Merchant Marine che dovrebbe rilevare buona parte dei traffici di Hanjin. Lo scorso luglio, HMM ha firmato un accordo per entrare nell'alleanza 2M, formata da Maersk e MSC, ma la crisi sta mettendo in dubbio anche questo ampliamento. Pare infatti che le due compagnie europee intendano supplire direttamente al vuoto lasciato da Hanjin e hanno già annunciato nuove rotte.
© TrasportoEuropa - Riproduzione riservata
Segnalazioni, informazioni, comunicati, nonché rettifiche o precisazioni sugli articoli pubblicati vanno inviate a: redazione@trasportoeuropa.it

Nessun commento:

Posta un commento