IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 20 settembre 2016

CHE COS'E' ALLO DI GOOGLE?

Contro Whatsapp e Messenger, Google lancia Allo, la chat con l’intelligenza artificiale

Invece di fare una ricerca nel motore di Mountain View, sarà possibile digitare una domanda e avere una risposta dai chatbot, che ricorderanno le precedenti conversazioni. Così più si usa l’app e più le risposte saranno personalizzate


LA STAMPA 20/09/2016
Allo è la nuova chat di Google nata per sfidare WhatsApp, Messenger e Snapchat, l’app preferita dai giovanissimi. Dopo la presentazione allo scorso Google I/O, arriva domani sul Play Store e su App Store. Sfrutterà l’intelligenza artificiale e introdurrà i chatbot, una sorta di utenti virtuali pensati per ricevere le domande via chat degli utenti in carne e ossa, scandagliare il web in cerca di una risposta e fornirla in modo rapido e concreto. Con la novità Google potrebbe rilanciarsi nel settore delle chat, dove finora la sua presenza è assolutamente marginale (c’è di fatto solo Hangout, ma la sua adozione è piuttosto limitata).  

Invece di fare una ricerca nel motore di Google, sarà possibile digitare una domanda nella chat e avere una risposta dai chatbot, che ricorderanno le precedenti conversazioni. Se in passato si è comunicato di essere vegetariani, ad esempio, nella prossima ricerca di un ristorante non verranno mostrati quelli specializzati in bistecche. L’app prevede risposte smart, che Google suggerirà in base al contesto: più si usa l’app e più le risposte saranno personalizzate. Con Allo si può parlare inviando messaggi vocali, e addirittura giocarci: ad esempio provando a indovinare il titolo di un film tradotto in emoji (un po’ come fa il nuovo iMessage di Apple). L’assistente interviene nelle conversazioni e suggerisce risposte, prende appunti, effettua ricerche, riconosce le immagini oltre al testo.  

Allo prevede anche la modalità «Incognito» che rende le chat criptate, offre notifiche private e la possibilità di chat usa e getta, come appunto su Snapchat o Telegram. Il servizio integra anche le videochiamate con l’altra app abbinata, che si chiama Duo ed è pensata per funzionare anche con connessioni lente. Entrambe le applicazioni sono disponibili sia su piattaforma Android sia su iOS.  

Nessun commento:

Posta un commento