Minacce, schiaffi, calci e persino testate contro un bambino disabile. Violenze che andavano avanti da sei mesi. Per questo tre maestre della scuola elementare di Partinico, in provincia di Palermo, sono state arrestate dalla Guardia di finanza. Il gip ha disposto per loro gli arresti domiciliari.
Play
0:00
/
1:44
Fullscreen
Captions
Mute
A incastrare le insegnanti, tra cui quella di sostegno, le intercettazioni ambientali e le videoriprese. A far scattare le indagini sono stati i genitori dei bambini. Per gli inquirenti si tratta di maltrattamenti “aggravati dall’aver commesso il fatto con abuso dei poteri e violazione dei doveri inerenti una pubblica funzione e di averli compiuti nei confronti di minori ed all’interno di un istituto d’istruzione”.
“Le insegnanti adottavano abitualmente – spiegano gli investigatori – un linguaggio intriso di minacce verbali e ingiurie, usando violenza fisica (schiaffi, pizzicotti, strattoni, calci) nei confronti di alcuni bambini. Spiccano, in questo contesto, i maltrattamenti di una insegnante di sostegno nei confronti di un bambino diversamente abile“. Le vittime, rivela Palermo Today, sarebbero bambini di seconda elementare. Le indagini sono partite lo scorso febbraio e sono proseguite fino a giugno.