IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 8 agosto 2016

TUTTI SOTTO CONTROLLO CON 5 APP

Ecco 5 App che permettono di ‘controllare’ amici, familiari e dipendenti

Le App iniziano a spopolare soprattutto fra i datori di lavoro nei confronti dei dipendenti

QUI FINANZA. Col passare dei mesi (in ambito tecnologico parlare di anni è assurdo) saranno sempre più le applicazioni che salvaguardano la privacy ad interessare il vasto pubblico dei consumatori, esposto ad una mole di dati personali condivisi e dunque a rischio.
Nel frattempo vanno per la maggiore proprio le App che sbirciano nella privacy di ognuno di noi. E non solo in ambito familiare – dove la tentazione di tenere sotto contollo i comportamenti del partner e soprattutto dei figli è in costante crescita – ma anche in quello professionale, giacchè negli Usa anche i datori di lavoro iniziano ad utilizzarle per ‘monitorare’ i comportamenti dei loro dipendenti. Come riporta Market Watch, si tratta di 5 applicazioni in grado di spiare chiunque.
1) CONNECT – Applicazione funzionante sia su iPhone che su iPad, permette di tenere sotto controllo chiunque su Facebook, Twitter, Instagram, Google Contacts e LinkedIn. Praticamente l’app è in grado di connettere tutti i social network e, cosa importante, non serve che chi volete rintracciare scarichi a sua volta Connect o accetti un invito.
2) FIND MY FRIENDS – Per iPhone e Android, permette di tenere sotto controllo, passo dopo passo, i movimenti che una persona fa da quando, ad esempio, esce di casa o dal posto di lavoro. Questo accade grazie all’uso delle mappe e alla sincronizzazione dell’app con la rubrica del telefono. L’app è anche in grado di rintracciare un iPhone qualora venisse perso o rubato.
3) TRICK OR TRACKER – Wayne Irving, padre di quattro figli e presidente della Laguna Niguel – società di tecnologia con sede in California – pensato a una soluzione per tutti quei genitori che hanno l’esigenza, condivisibile o meno, di monitorare i movimenti dei propri figli, specie quando sono ancora molto giovani. Trick or Tracker, disponibile su Android o iPhone, può essere utilizzato per sette membri della famiglia in una sola volta, ma deve essere scaricato su uno smartphone con il consenso di entrambe le parti. Si ricevono avvisi di testo quando il ragazzino viaggia fuori da una zona concordata, e in più l’App ha una funzione che permette di seguire il giovane fino a quando arriva a casa, utilizzando i dati di geolocalizzazione contenuti nei messaggi di testo e informando sulla posizione di una determinata persona ogni 15 minuti.
4) TRACKERPHONE APP – Specificamente studiata per i datori di lavoro che vogliono tenere sotto controllo i propri dipendenti durante le ore lavorative, grazie alla mappatura e alla tecnologia GPS, Trackerphone consente di monitorare il telefono. Anche restando spenta, l’App in questione riesce comunque ad individuare i movimenti della persona nelle ultime 24 ore, nel raggio di 10 metri. Può anche essere programmata per registrare informazioni tra i 2 e i 60 minuti.
5) TOPSPYAPP – E’ la vera e propria ‘killer application’ fra le spy-App, sia per i genitori che per i datori di lavoro. Il suo disclaimer recita: “TopSpyApp è progettata per monitorare i vostri dipendenti, figli o altri su un dispositivo mobile o smartphone che possedete o che avete il diritto e consenso di monitorare”. Non è a buon mercato: i prezzi vanno dai 6,99 dollari ai 33,99 dollari al mese, ma registra praticamente tutto, da chiamate, a messaggi di testo, a contatti, foto, video, social networking e anche la cronologia del browser. TopSpyApp può essere scaricata su Android, tuttavia non è disponibile nell’App Store. Non è a buon mercato: i prezzi vanno dai 6,99 dollari ai 33,99 dollari al mese, ma registra praticamente tutto, da chiamate, a messaggi di testo, a contatti, foto, video, social networking e anche la cronologia del browser. TopSpyApp può essere scaricata su Android, tuttavia non è disponibile nell’App Store.

Nessun commento:

Posta un commento