Il mercato delle droghe è gestito dall’elite mondiali, che mediante i servizi segreti hanno inondato di droga gli ambienti giovanili a cavallo tra la fine degli anni 60′ e l’inizio degli anni 70′, conducendo milioni di giovani verso la tossicodipendenza e la morte per overdose.
NON si tratta di una teoria complottista come i dementi potrebbero supporre: ma di un’operazione ormai emersa ufficialmente, seppure con 40 anni di ritardo. Alla cosiddetta operazione Bluemoon è dedicata una ben dettagliata scheda su wikipedia e numerosa documentazione, tra cui un documentario edito dalla Rai, che vi propongo di seguito.

Vi consiglio assolutamente la visione del video, prima che sia completamente censurato e sparisca. Il documentario di Rai Storia è davvero ben fatto, roba di altri tempi, certamente oggi servizi come questo o come quello sulla “strage nascosta” di Falluja denunciato al mondo grazie ai giornalisti di Rainews24 non verranno più fatti. Ormai la Tv di stato è controllata da uomini delle banche e del Bilderberg, che certo non useranno soldi pubblici per documentari come quello sopra.

Guardate il documentario, focalizzando l’attenzione sui seguenti punti:

  1. Che sia stata la CIA ad inondare il mondo con l’eroina, introducendola tra i giovani, è ormai acclarato. Da una parte introducevano la letale droga, e dall’altra inquisivano e arrestavano chi la utilizzava, e chi a causa della dipendenza diventava spacciatore.
  2. Criminalizzavano la marijuana e sdoganavano l’eroina: fate ben caso al RUOLO DEI MASS MEDIA in tutta l’operazione Bluemoon.
  3. La falsa operazione antidroga a Roma citata nel documentario dimostra come anche le forze dell’ordine abbiano giocato un ruolo attivo – certamente inconsapevolmente, almeno per quanto riguarda gli agenti – nell’operazione Bluemoon.
  4. Il fatto che per agevolare l’entrata in scena dell’eroina avessero momentaneamente fatto sparire tutte le altre droghe, dimostra come questo mercato sia gestito dalle elite stesse: se non lo avessero controllato non avrebbero potuto escludere le altre droghe dal mercato. Ed è ovvio che ci sia il sistema dietro al narcotraffico, se pensiamo che in Sud e centro America vi sono immense piantagioni di pianta della coca che potrebbero essere fumigate con gli aerei se ce ne fosse la volontà, e lo stesso vale per le coltivazioni di marijuana in Marocco e per l’oppio in oriente: ma in Afghanistan con la guerra dichiarata dagli Usa all’indomani dell’11 Settembre la produzione d’oppio è decuplicata, facendo diminuire i prezzi al minimo storico, una sorta di revival dell’operazione Bluemoon, infatti il consumo di eroina è tornato preoccupantemente di moda tra i giovani.
TUTTO QUESTO NON è “COMPLOTTISMO” MA REALTA’ BEN DIMOSTRATE.
Milioni di giovani occidentali sono morti grazie ad overdose di eroina, oppure si sono ammalati di epatite o hiv, distruggendo le loro vite e spesso quelle dei loro familiari. Dietro a questa disperazione ci sono i servizi segreti e dunque i governi occidentali: questo dovrebbe FARVI PENSARE sugli scopi di queste persone e su quanto siano privi di scrupoli…
Fonte: veritanwo
Leggi anche:
La Bayer creò l’eroina e la diffuse nel mondo