IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 30 agosto 2016

LE PESCHE DI GRANDINE CADUTE A TORINO

Grandine e vento a Torino: chicchi grossi come pesche FOTO

TORINO – Un nubifragio si è abbattuto nella serata di lunedì su Torino, con forti raffiche di vento e chicchi di grandine grossi come pesche che in certe zone periferiche hanno formato al suolo uno strato di una quindicina di centimetri.
Molte vie e corsi, anche in pieno centro, sono rimasti allagati, con difficoltà per il traffico. Strappati dal vento molti rami, allagati anche cortili e cantine, numerose le chiamate al centralino dei vigili del fuoco e della polizia municipale, intervenuti per risolvere le situazioni più difficili. Non si segnalano, tuttavia, danni alle persone.
I forti temporali hanno colpito anche molte altre zone del Piemonte: le zone più colpite in provincia sono Collegno, Rivoli, Pianezza, e Moncalieri. Il maltempo era stato annunciato dall’Arpa (agenzia regionale di protezione ambientale), che nel pomeriggio di lunedì aveva emesso un avviso meteo di ‘allerta gialla’ (criticità ordinaria per allagamenti, fulmini e limitate frane) valido dalla serata di lunedì e per tutta la giornata di martedì.

Racconta Carlotta Rocci su Repubblica: 
Collegno si sono allagati la maggior parte dei sottopassi ostruiti dalla pioggia o dalla grandine. In alcuni ci sono anche delle auto bloccate. Anche a Chieri e Trofarello si registrano disagi. A Cambiano sono caduti degli alberi. Insieme ai vigili del fuoco e al 118 per le strade di Torino ci sono anche gli agenti della polizia municipale che stanno monitorando la situazione del traffico: In alcune strade si sono formati veri e propri torrenti. Più o meno tutti i sottopassi in città e nella prima cintura hanno avuto problemi. Un albero è caduto anche sui fili del tram in corso giulio Cesare. Alcune macchine parcheggiate sono state danneggiate da rami e alberi caduti. Ancora incalcolabili i danni della grandine che, con chicchi enormi, ha colpito macchine,terrazzi e tapparelle. In molte strade, ad esempio in Borgo Dora, l’acqua arriva alle ginocchia.

(Foto da Twitter)

Nessun commento:

Posta un commento