IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 3 agosto 2016

I 90 ANNI DI FIDEL CASTRO

Fidel spegne novanta candeline e per Cuba il futuro è un’incognita

ARTICOLOTRE
fidelM.C.– Da dieci anni ormai, almeno formalmente ed ufficialmente nell’ombra, Fidel Castro spegne novanta candeline in una Cuba avviata verso un processo di disgelo.
Era il 2006 quando il Lider Maximo annunciava di “lasciare in modo provvisorio” la guida del Paese, delegando il potere al fratello Raul: ma si trattava di un passo più o meno definitivo verso il tramonto politico.
Il sito web Cubadebate e altri media ufficiali danno spazio alle tante sfaccettature di Castro, con articoli per esempio su 'Fidel e gli scacchi' oppure 'sull'impronta fondamentale del comandante nella medicina'.
La stampa ripercorre la storia del Comandante dalla rivoluzione contro il regime di Fulgencio Batista, passando attraverso le più importanti decisioni politiche e sociali, sino ai giorni nostri e al disgelo tra L’Avana e gli Usa iniziato due anni fa, e ancora incagliato sui temi dell’embargo e dei diritti umani.
Una Cuba, quella attuale, alle prese con il crollo economico del Venezuela, nazione alla quale l’isola caraibica è legata a filo doppio sul fronte energetico, sul petrolio, un’amicizia dal valore di 100 mila barili di greggio al giorno.
 Però la Cuba di oggi si trova in condizioni economiche migliori rispetto alla caduta dell’impero dell’Urss: sullo sfondo il disgelo e i ‘dolares americanos’ con il turismo che prospera.
Fidel novant’anni, Raul ottantacinque che annuncia il suo auto pensionamento nel 2018: la vera, grande incognita di Cuba è la transizione dal castrismo a un nuovo sistema di potere e ciò potrebbe rappresentare il vero problema.

Nessun commento:

Posta un commento