IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 3 agosto 2016

GENOVA JIHADISTA

Arrestato un siriano a Genova: è accusato di essere un reclutatore di jihadisti

Stava progettando un viaggio in Siria per unirsi ai combattenti di Jabat al Nusra. Sono sei gli indagati tra cui anche tre imam genovesi

LA STAMPA 03/08/2016


Ha 23 anni e risiede a Varese il cittadino siriano arrestato dalla Polizia per associazione e arruolamento con finalità di terrorismo. L’inchiesta è stata diretta dalla Procura Distrettuale Antiterrorismo di Genova e coordinata dalla Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione. Sarebbe un reclutatore di jihadisti. Oltre all’arrestato, sono sei gli indagatitre imam genovesiil fratello del giovane e altre due persone che frequentano le moschee. La Polizia di Stato l’ha reso noto su Twitter.  

Il reato ipotizzato per il siriano é partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo anche internazionale: nel corso delle indagini é infatti emersa l’intenzione del giovane di recarsi in Siria per unirsi alle fila di Jabat al Nusra , ragione per la quale stava pianificando un imminente viaggio. Questa circostanza ha portato l’Autorità giudiziaria ad emettere, a fronte del «pericolo di fuga», la misura pre-cautelare del fermo. Non sono, invece, emerse evidenze in ordine a possibili progettualità violente da attuare sul territorio nazionale.  


Siriano arrestato per terrorismo esce della questura




Il giovane arrestato era gia stato nei teatri di guerra in Siria un anno fa . Secondo quanto si apprende da fonti qualificate, il suo nome non era inserito nell’elenco dei circa 110 foreign fighters che hanno avuto a che fare in qualche modo con l’Italia, ma la sua volontà di tornare a combattere sui fronti di guerra è emersa chiaramente nei giorni scorsi.  

Jabat al Nusra è la formazione di origine qaedista che, sottolineano le fonti, attualmente sta vivendo un momento non semplice. E proprio la ferma volontà del siriano di andare comunque in Siria nonostante le difficoltà di Al Nusra, confermerebbe la sua pericolosità. Sono in corso inoltre ulteriori indagini, che coinvolgerebbero una decina di persone circa, per ricostruire la rete di contatti del siriano. 

Nessun commento:

Posta un commento