IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 2 agosto 2016

ARRESTATO L'EX AD DELLA VENETO BANCA

Nuovi guai dopo il crac, arrestato l’ex ad di Veneto Banca

vincenzo Consoli è accusato di aggiotaggio e ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza. In corso sequestri per milioni di milioni di euro

LA STAMPA 02/08/2016
ROMA
Arresto eccellente da parte della Guardia di Finanza che ha fermato ha l’ex amministratore delegato di Veneto Banca, Vincenzo Consoli. Sono inoltre in corso numerose perquisizioni oltre ad un sequestro preventivo per decine di milioni di euro nei confronti di persone legate alla stessa banca Veneto. Sono state inoltre indagate numerose persone. I provvedimenti, eseguiti da un centinaio di finanzieri, sono stati emessi dalla procura di Roma. A coordinare l’inchiesta è il procuratore aggiunto Rodolfo Sabelli. 

Aggiotaggio ed ostacolo all’esercizio delle funzioni delle autorità pubbliche di vigilanza sono i reati contestati dall’accusa. Il periodo al centro dell’indagine e il 2013-2014.  

Nel crac da 5 miliardi di euro di Veneto Banca aveva fatto scalpore il «favore» di Consoli all’amico giornalista Bruno Vespa. Nel luglio 2013, prima del crollo, Vespa e i suoi familiari rivendettero alla banca 279 mila e 484 azioni, incassando 11 milioni e 332 mila euro, al prezzo massimo mai raggiunto dal titolo. Proprio al fotofinish, prima che le azioni si rivelassero carta straccia.  

Nessun commento:

Posta un commento