IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 6 luglio 2016

MESSI E PAPA' HAN FRODATO

Messi condannato a 21 mesi per frode fiscale insieme al padre

Dopo il ko in Coppa America un’altra mazzata per l’argentino. Ma non andrà in prigione
AFP
Un’altra tegola per Leo Messi dopo la delusione sportiva della Copa America

LA STAMPA 06/07/2016
Condannato a non vincere ancora niente con l’Argentina e a 21 mesi di reclusione per frode fiscale dal Tribunale di Barcellona. Le cose, dopo la delusione in Coppa America, si mettono di male in peggio per Leo Messi. In primo grado, il fuoriclasse argentino è stato giudicato colpevole, insieme al padre Jorge Horacio, di aver frodato il fisco spagnolo per 4,1 milioni di euro negli anni 2007, 2008 e 2009.  

EVASI 4 MILIONI  
La questione riguarda il pagamento dei diritti d’immagine: per l’accusa, accolta dal giudice catalano, venivano trasferiti in maniera fittizia ad aziende puramente nominali in paradisi fiscali come il Belize, l’Uruguay o altre società con sede in Regno Unito o Svizzero. Tutto per non pagare le imposte in Spagna. 


“FIRMAVO SENZA LEGGERE”  
La difesa ha sempre sostenuto che Messi non era al corrente dei movimenti incriminati. La gestione di tutte le attività commerciale e economiche, infatti, erano affidate al papà. «Mi fido di lui e non ho mai controllato cosa firmavo», ha sempre sostenuto la stella del Barcellona.  

NIENTE PRIGIONE  
Essendo inferiore ai due anni, la condanna a 21 mesi di reclusione non comporterà la pena detentiva né per Leo Messi e nemmeno per il papà Jorge Horacio Messi. Dopo il rigore sbagliato in finale di Coppa America, l’annuncio dell’addio all’Argentino e la condanna, almeno «La Pulce» si risparmierà l’ulteriore mazzata di passare pure per il carcere. 

Nessun commento:

Posta un commento