IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 27 luglio 2016

L'AEREO SOLARE FA IL GIRO DEL MONDO!

L’aereo a energia solare ce l’ha fatta: completato il giro del mondo

Era partito da Abu Dhabi il 9 marzo. L’ideatore: «Volevamo dimostrare a tutti che la tecnologia per far funzionare il nostro mondo con l’energia pulita esiste già»
AP
La festa dei due piloti ideatori Bertrand Piccard e Andre Borschberg

LA STAMPA 26/07/2016
Solar Impulse ce l’ha fatta. Atterrando ad Abu Dhabi, è diventato il primo aereo alimentato a energia solare a completare il giro del mondo, pilotato dai suoi ideatori Bertrand Piccard e Andre Borschberg. 

Il viaggio impossibile di Solar Impulse era cominciato il 9 marzo dell’anno scorso da Abu Dhabi, con lo scopo di mostrare a tutti gli esseri umani gli sviluppi della tecnologia che ci consentono di salvare il nostro pianeta dalla distruzione dei cambiamenti climatici. Infatti questo aereo, che non pesa più di un’auto, ma ha l’apertura alare di un Boeing 747, è completamente alimentato da 17.000 cellule solari, che producono l’energia con cui funziona il suo motore elettrico. «Forse un giorno - ci aveva detto in un’intervista Piccard, mentre volava sopra l’Atlantico - avremo aerei solari in grado di trasportare i passeggeri, ma lo scopo della nostra impresa non è questo. Vogliamo invece mostrare a tutti che esiste già la tecnologia per far funzionare il nostro mondo con l’energia pulita, e quindi fermare il riscaldamento globale». 

Per riuscire in questa avventura, Piccard e Borschberg si sono alternati alla guida, dormendo solo a brevi intervalli di 20 minuti, mangiando quello che potevano in cabina e sopportando interne giornate di solitudine, come durante la tappa da Nagoya alle Hawaii, che è durata 118 ore e ha stabilito il nuovo record per il più lungo volo ininterrotto in solitaria. L’impresa si è conclusa con l’atterraggio ad Abu Dhabi, ma in realtà è solo all’inizio: ora si tratta di raccogliere i suoi frutti, per il bene del pianeta.  

Nessun commento:

Posta un commento