IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 22 luglio 2016

IL RICICLO DEI FARMACI SCADUTI

Come funziona la raccolta differenziata dei farmaci scaduti

by ROBERTA on 20 LUGLIO 2016 TUTTO GREEN

Non tutti sanno come funziona la raccolta differenziata dei farmaci scaduti, cosa che è invece molto importante dal punto di vista della sostenibilità ambientale e della salute pubblica.

Avete trovato dentro l’armadietto dei medicinali un farmaco scaduto. Che fare? Innanzitutto, non buttatelo nel cestino e nemmeno nello scarico del water: se non smaltita correttamente, qualsiasi tipo di medicina è infatti potenzialmente velenosa per l’ambiente. I principi attivi in essa contenuti possono per esempio danneggiare il sottosuolo, inquinare i pozzi di acqua potabile o compromettere il funzionamento dei depuratori collocati nelle reti fognarie.
Nel nostro Paese la raccolta differenziata dei farmaci, scaduti o non più utilizzabili, è obbligatoria e si svolge con modalità differenti che variano da regione in regione. E’ quindi necessario consultare il sito del proprio Comune o della Regione di appartenenza per prendere visione dei regolamenti sulla raccolta differenziata dei medicinali scaduti.
In linea generale, la raccolta si svolge attraverso appositi contenitori situati nelle farmacie e/o in specifiche strutture sanitarie in cui gettare il farmaco (pastiglie, creme, ecc.) privo di scatola e foglietto informativo: questi ultimi devono infatti essere buttati nei contenitori riservati al riciclo della carta.
Se il medicinale è un liquido contenuto in una boccetta o flacone, va conferito tutto il contenitore, chiuso ermeticamente.
blister in plastica possono essere invece riciclati nel contenitore della raccolta differenziata della plastica.
Un po’ diverso il discorso per quanto riguarda termometri, siringhe, bisturi o cannule per flebo e altri strumenti medici, che vanno conferiti presso un’isola ecologica o un ospedale che sia attrezzato per la raccolta dello specifico materiale.
E soprattutto ricordate: mai e poi mai lasciare i farmaci accanto ai normali cassonetti dei rifiuti.
raccolta differenziata dei farmaci scaduti
Sono tanti e potenzialmente molto dannosi i farmaci scaduti nelle nostre cassettiere: è quindi fondamentale per il cittadino di oggi sapere come fare la raccolta differenziata dei farmaci scaduti

Ma che fine fanno i medicinali scaduti?

Siamo arrivati all’ultimo passaggio relativo alla raccolta differenziata dei farmaci scaduti. Una volta ritirati dal servizio di igiene ambientale, i farmaci non vengono riciclati, ma bruciati nei termovalorizzatori a temperature altissime: la combustione controllata, eseguita a specifiche temperature, scompone i principi attivi dei farmaci nelle loro componenti di base che non inquinano l’ecosistema. I filtri delle ciminiere impediscono invece alle sostanze inquinanti di diffondersi nell’ambiente.

Quanti farmaci tenere in casa, come conservarli e smaltirli?

Abbiamo visto che il problema dello smaltimento deriva anche dalla tendenza a tenere scorte di farmaci eccessive. Ma quali sono i medicinali essenziali tenere veramente in casa? Come e dove conservarli? Queste sono cose da sapere prima ancora di sapere come smaltirli in maniera responsabile senza arrecare danni all’ambiente.
A questo proposito, vi segnaliamo questo interessante video di Altroconsumo. Risponde chiaramente alle domande che vi abbiamo posto in precedenza. Piccolo spoiler, vi anticipiamo la conclusione, ne servono solo 5 o 6… E aggiungiamo noi che molti acciacchi di stagione possono essere tranquillamente indirizzati anche con la medicina naturale. Buona visione!

Nessun commento:

Posta un commento