IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

venerdì 22 luglio 2016

IL PLAGIO POLITICO USA

Da Biden a Melania Trump, breviario del plagio politico americano – ilsole24ore.com

Risultati immagini per presidenziali usaimago dal web
ilsole24ore.com – Da Biden a Melania Trump, breviario del plagio politico americano. Sicuramente conosce i libri del marito Donald, ma a Melania Trump deve essere sfuggito un breviario del plagio politico americano. Eccolo, senza pretese di completezza e in ottica bipartisan. Lo avesse tenuto presente ora non si troverebbe nella bufera.
Che poi il plagio sia ai danni di Michelle Obama, First Lady con Barack, e non di un qualche oratore affine rende il tutto più surreale. Ma con ordine vediamo le polemiche sempre esplose in anni recenti che avrebbero dovuto suggerire maggior cautela ai Trump – –di 
Risultati immagini per presidenziali usa
DEMOCRATICI: Joe Biden
DEMOCRATICI: Joe Biden nel 1987 rinuncio’ a candidarsi alla Casa Bianca scottato da accuse di plagio e esagerazioni nelle sue credenziali accademiche a legge e per non aver attribuito frasi prelevate da discorsi di John Kennedy e del leader laburista britannico Neil Kinnock nel raccontare la propria storia personale.
DEMOCRATICI / Barack Obama
Barack Obama durante la sua prima campagna presidenziale del 2008 prese a prestito passaggi del suo sostenitore e governatore del Massachusetts Deval Patrick. Il discorso citava influenti documenti storici che hanno ispirato grandi svolte per rispondere alle critiche che le sue promesse erano soltanto parole. L’allora rivale interna Hillary Clinton lo accuso’ di promuovere un cambiamento che si puo’ fotocopiare, ma Patrick defini’ l’episodio insignificante.
DEMOCRATICI / John Walsh
Il senatore del Montana John Walsh, nel 2014, rinunciò al proprio seggio in Congresso quando vennero alla luce episodi di plagio in ampie sezioni di una sua ricerca condotta per ottenere il master di studi strategici allo US Army War College nel 2007. Il master venne immediatamente revocato e Wash si scuso’.
REPUBBLICANI / Ben Carson
Il chirurgo e politico Ben Carson, l’anno scorso, fu attaccato per aver copiato passaggi da numerosi articoli, siti Internet e da altri autori nel preparare il suo libro “America the Beautiful” pubblicato nel 2012. L’ex candidato presidenziale dovette presentare le sue scuse.
REPUBBLICANI / Rand Paul
Il senatore del Kentucky e candidato alla presidenza Rand Paul nel 2013 cambiò le regole per ricercatori e membri dello staff davanti alla scoperta di episodi di plagio nei suoi discorsi e libri e in una rubrica periodica che teneva su un giornale. Tra le fonti abusate anche la sceneggiatura del film di fantascienza Gattaca.
REPUBBLICANI / Scott Brown
Il senatore del Massachusetts Scott Brown, nel 2011, suo suo sito aveva passaggi copiati da un discorso del 2002 del senatore repubblicano Elizabeth Dole, moglie dello storico leader del partito Bob Dole. Il messaggio incriminato era rivolto agli studenti.

Nessun commento:

Posta un commento