IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

mercoledì 6 luglio 2016

CROWDFUNDME

CrowdFundMe per finanziare le start-up

Da lunedì il portale approvato dalla Consob permetterà di acquistare quote di capitale da 250 euro in su

LA STAMPA 06/07/2016
C’è un nuovo sistema per investire nelle start-up innovative, un sistema tutto digitale e approvato dalla Consob: CrowdFundMe, una piattaforma di equity crowdfunding, lancerà il suo portale lunedì 11 luglio. Il nuovo sistema permetterà di acquistare quote societarie senza dover andare in banca per la validazione e il perfezionamento dell’investimento: tutta l’operazione si conclude online.  

Tommaso Baldissera Pacchetti, fondatore di CrowdFundMe, ci crede: «Questa novità, da noi battezzata Clicca&Investi (per enfatizzare la semplicità dell’operazione) si tradurrà in un forte incremento degli investimenti in start-up. La precedente procedura, macchinosa e onerosa dal punto di vista del tempo, portava molti investitori ad abbandonare l’investimento. La modifica approvata da Consob e operativa a breve su CrowdFundMe rappresenta una svolta nel mondo delle start-up, che in Italia spesso non sono decollate proprio per la mancanza di finanziamenti». 

In Italia le startup innovative sono 5.949, un numero non alto ma con enormi potenzialità di sviluppo: danno lavoro a 22 mila persone, fatturano 349 milioni di euro e quasi un quarto di esse è guidata da giovani under-35. Queste cifre possono sembrare basse (e in effetti lo sono) ma potrebbero crescere esponenzialmente con un sostegno maggiore. La mancanza di opportunità di finanziamento porta alla mortalità di una start-up su due nel giro dei primi 24 mesi. L’equity crowdfunding è un’opportunità perché permette di raccogliere finanziamenti anche da piccolissimi investitori (su CrowdFundMe si parte da un minimo di 250 euro): un’alternativa ai “business angels” e ai fondi di investimento che in Italia investono molto poco nelle start-up. 

Su CrowdFundMe si è appena chiusa la campagna di finanziamento di CleanBnB, che ha raccolto 131.200 euro, cioè il 162% in più dell’obiettivo. La campagna che ha inoltre stabilito il record italiano per numero di investitori: ben 93 con una media di 1400 euro a testa, mentre il numero di investitori medi in Italia è di 32i. Un esempio di vero Crowd Investing, dunque, dato che coloro che hanno investito meno di 500 euro sono l’80% del numero totale di investitori. 

Nessun commento:

Posta un commento