IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

martedì 19 luglio 2016

CHI SONO I SEI ITALIANI MORTI A NIZZA

Strage di Nizza, chi sono le 6 vittime italiane

attentato nizza italiani

Le autorità francesi hanno identificato Carla Gaveglio, Maria Grazia Ascoli, Gianna Muset, Angelo D'Agostino, Mario Casati, Nicolas Leslie

Strage di Nizza. È salito a 6 il bilancio delle vittime italiane. Nel corso della notte, informa la Farnesina, le autorità francesi hanno formalizzato l’avvenuto riconoscimento di ulteriori quattro nostri connazionali morti nell’attentato lungo la Promenade des Anglais. Si tratta di Carla GaveglioMaria Grazia AscoliGianna Muset e Angelo D’Agostino. A questi nomi va aggiunto quello del novantenne milanese Mario Casati, che era stato riconosciuto ieri sera. «Il Ministro Gentiloni e la Farnesina – si legge in una nota del Ministero degli Esteri – esprimono vicinanza e solidarietà ai famigliari e agli amici delle vittime del barbaro attentato». «Le famiglie sono state informate e stanno ricevendo tutta la necessaria assistenza da parte del personale del nostro Consolato e dell’Unità di Crisi». In mattinata sono arrivate notizie di una vittima italoamericana: Nicolas Leslie, studente di 20 anni. CHI SONO LE 5 VITTIME ITALIANE DELLA STRAGE DI NIZZA
Quelli di Angelo D’Agostino e Gianni Muset, rispettivamente di 71 e 68 anni, coppia di Voghera, erano comparsi tra i primi nomi di italiani dispersi dopo l’attentato di giovedì 14 luglio, in cui hanno perso la vita 84 persone. Erano andati a Nizza per festeggiare la pensione di D’Agostino. Mario Casati, 90 anni, si trovava a Nizza con la compagna Maria Grazia Ascoli, 77 anni. Erano entrambi vedovi. Lui era originario di Besana Brianza ma residente a Milano, lei milanese. Si erano conosciuti in tarda età e avevano deciso di stare insieme, anche se ognuno continuava a vivere nella propria casa. «Andavano spesso a Nizza – hanno raccontato i loro familiari nei giorni scorsi – come fanno spesso le coppie in pensione». Carla Gaveglio, invece, era una casalinga di 48 anni di Piasco, in provincia di Cunero. Era dispersa dopo essere stata ferita. La donna si trovava a Nizza in compagnia della figlia Matilde, di 14 anni, e del marito Pietro Massardi, 55 anni. La ragazza ha raccontato di aver visto sua madre la sera dell’attentato mentre veniva soccorsa e caricata su un’ambulanza. Era senza borsetta, non aveva con né documenti, né telefono cellulare, che sono stati recuperati in seguito da un’amica della 14enne. Infine, Nicolas Leslie. Lo studente di 20 anni italoamericano si trovava nella città francese per un programma di interscambio universitario.

Nessun commento:

Posta un commento