IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

IL MIO BLOG E' AD IMPATTO ZERO DI CO2

Cerca nel blog

Caricamento in corso...

lunedì 4 luglio 2016

CHE COSA FA UNA BANCA CON I PROFITTI?

Banche: i profitti ai privati, le perdite al pubblico

Per Adusbef e Federconsumatori occorre nazionalizzare Bankitalia

(Teleborsa) – Uno scudo con il buco intorno, così Adusbef e Federconsumatori definiscono lo schema di garanzia per la liquidità delle banche da 150 miliardi di euro ottenuto dall’Italia nel rispetto delle regole Ue per gli aiuti di Stato. 
“Questo ennesimo ?pannicello caldo?, contrabbandato dal governo come una soluzione per garantire i risparmiatori”, “non avrà alcuna ricaduta positiva sulle famiglie”, spiegano le associazioni dei consumatori, specificando che quello che bisogna fare adesso è che non si attinga al risparmio previdenziale.“Sarebbe una sciagura attingere dalle casse di previdenza, già non in buona salute per i cattivi investimenti nella finanza derivata, imponendo a fondi pensione, casse previdenziali, Cassa depositi e Prestiti che gestisce il risparmio postale, l?’obbligo di investire nel nuovo fondo Atlante, gestito dai privati dopo che il Tesoro ha confiscato 600 milioni di euro della Sga, la vecchia bad bank nata ai tempi del crac del Banco di Napoli, per tappare i buchi scavati dai banchieri e da una omessa vigilanza di Bankitalia e Consob”.
Adusbef e Federconsumatori ritengono che per uscire dalla gravissima crisi bancaria, occorra nazionalizzare Bankitalia (che offre 400 milioni di euro di dividendi annui in maggioranza,340 milioni alle banche socie), e dotarsi di una banca pubblica, per prevenire crisi, crac e dissesti bancari addossati ai risparmiatori ed alla fiscalità generale.

Nessun commento:

Posta un commento